Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 1105
RAGUSA - 01/04/2012
Attualità - Hanno incontrato Angelino Alfano ed il ministro dell’Agricoltura Mario Catania

Forconi a Taormina: "Bersani e Casini ci hanno snobbato"

Giudizio positivo, anche se interlocutorio, sull’apertura dimostrata dal ministro dell’agricoltura Mario Catania che ha promessoil suo impegno contro il taroccamento dei prodotti

"Forconi" delusi ma speranzosi. Dopo avere manifestato a Palermo occupando la cappella Palatina si sono trasferiti a Taormina dove si è tenuto il forum di Confagricoltura. Nel corso del convegno si è parlato poco anzi i tre segretari nazionali non hanno neppure fatto un accenno. Una ventina di manifestanti aderenti al movimento ha presidiato l´uscita dell´hotel sede dei lavori con l´obiettivo dichiarato da Mariano Ferro, leader dei "Forconi" di bloccare Alfano, Bersani e Casini e parlare con loro almeno cinque minuti. In mattinata il movimento aveva ottenuto l´ok ad un incontro da parte di Alfano il quale ha assicurato poi che li riceverà domani a Catania o Palermo per sentire le loro istanze: «I forconi non possono penalizzare e bloccare la Sicilia e il paese, ma è dovere della politica ascoltare le loro istanze».

Infatti auspice l´europarlamentare Giovanni La Via, i Forconi lo incontreranno, anche se avrebbero voluto che l´incontro coinvolgesse gli altri due segretari: «Bersani e Casini invece ci hanno snobbato - dice Ferro - ma ce la leghiamo al dito. Hanno preferito evitarci e non dimenticheremo».

Giudizio positivo, anche se interlocutorio, sull´apertura dimostrata dal ministro dell´agricoltura Mario Catania che li ha ascoltati a inizio di mattinata promettendo il suo impegno contro il taroccamento dei prodotti, arrivando a ipotizzare l´interdizione delle aziende che lavorano prodotti di importazione spacciandoli per siciliani, così danneggiando la produzione locale. Quanto all´indebitamento delle aziende agricole, il ministro ha invitato il Movimento dei Forconi a consultarsi con l´Ismea istituto che a Roma si occupa del rifinanziamento in agricoltura . Infine, sul Piano di sviluppo rurale ancora al palo, solleciterà la Regione perchè recuperi il tempo perduto.