Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 819
RAGUSA - 14/03/2012
Attualità - Le elezioni delle rappresentanze sindacali danno ragione alla linea del segretario Giovanni Avola

Cgil prima nella scuola e nel pubblico impiego

La Cisl con Gianfranco Marino ribatte a muso duro sulla questione Comiso

Risultati lusinghieri per la Cgil alla elezioni per il rinnovo della rappresentanze sindacali di base, Rsu. Il sindacato infatti registra una solida conferma rispetto al risultato del 2007( il 34,35% vale un punto in più percentuale e 80 RSU conquistate) per la Flc, l’ex sindacato della Cgil–Scuola. Il 36,6% conquistato rappresenta infatti il 6,48% dei voti in più rispetto al 2007, ben al di sopra della media nazionale ( attestata al34,48%) e quella regionale che è del 31,18%. In Sicilia solo Siracusa ha fatto meglio di Ragusa.

«La nostra affermazione – dice Salvatore Brullo, segretario della Flc, è un premio alla operatività, senza risparmio ed energia, di tutta la classe dirigente della Flc provinciale in un momento particolarmente difficile per il mondo della scuola, per le insegnanti e per il personale Ata». La Cgil ha conquistato dunque 50 unità in più nella rappresentanze all’interno delle scuole a fronte di mille votanti in meno rispetto al quinquennio precedente.

La Cgil inoltre ha conquistato dieci seggi in più rispetto alla Cisl Fp con altrettanti punti percentuali di differenza nei Comuni della provincia, un risultato quella della Fp Cgil che consolida il dato delle elezioni precedenti che consegna alla pubblica amministrazione 80 rappresentanti Rsu frutto di 1959 consensi.

Aldo Mattisi, segretario della Funzione Pubblica precisa inoltre : "Abbiamo tenuto botta nel E’ stato colto un risultato straordinario malgrado il tentativo, rivelatosi per giudizio di commissioni terze, di profilo basso del segretario generale della Cisl Fp di Ragusa che ha cercato di negare il diritto di voto dei lavoratori stabilizzati del Comune di Comiso con un artifizio giuridico rivelatosi inconsistente dalla commissione elettorale prima e dal comitato dei garanti poi in sede di ricorso. Questo misura lo stato delle cose. Passata la competizione si ricomincia a lavorare con una carico oneroso di responsabilità.»

La Funzione pubblica della Cisl non ha gradito le affermazioni della Cgil sulle elezioni delle Rsu. In particolare, al segretario di federazione Gianfranco Marino non sono andate giù le affermazioni del suo omologo della Cgil a proposito dell´atteggiamento assunto dalla Cisl sul diritto di voto di un gruppo di precari del Comune di Comiso.

Marino fa prese che «si è cercato meschinamente di dipingere l´immagine falsa di una Cisl-Fp che vuole negare il diritto di voto ai "lavoratori stabilizzati", quando è notorio che la Cisl ha fato un contributo determinante alla stabilizzazione di mille contrattisti in provincia».

Il segretario spiega che «la Cisl-Fp ha sollevato la questione del voto del personale ex co.co.co con contratto a tempo determinato del Comune di Comiso per il semplice fatto che era rimasta inevasa la richiesta di dimostrare documentalmente l´esistenza dei presupposti per l´esercizio del diritto di elettorato attivo e passivo». Ed a questo, chiarisce, hanno mirato i due ricorsi. «Questi dubbi – aggiunge Marino – non sono stati per niente diradati da due decisioni assunte a colpi di maggioranza. Anzi, si può affermare che non risulta in alcun modo provato il possesso dei requisiti».

«Malgrado i colpi tremendi inferti dalla riforma Brunetta, commenta Aldo Mattisi, segretario della Funzione Pubblica, abbiamo tenuto botta nel senso che con coraggio e coerenza abbiamo saputo tenere centrale la questione dei diritti e delle rivendicazioni dei dipendenti pubblici; lo abbiamo fatto svolgendo una decisa azione sindacale nei confronti delle controparti. E’ stato colto un risultato straordinario malgrado il tentativo, rivelatosi per giudizio di commissioni terze, di profilo basso del segretario generale della Cisl Fp di Ragusa che ha cercato di negare il diritto di voto dei lavoratori stabilizzati del Comune di Comiso con un artifizio giuridico rivelatosi inconsistente dalla commissione elettorale prima e dal comitato dei garanti poi in sede di ricorso. Questo misura lo stato delle cose. Passata la competizione si ricomincia a lavorare con una carico oneroso di responsabilità.»


inpdap ragusa
17/03/2012 | 12.45.48
il pensatore

Qualcuno si è chiesto perché all´Inpdap di ragusa la Cgil non ha ottenuto alcun seggio ? Invito i Dirigenti Provinciali a darne una spiegazione . Grazie