Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:51 - Lettori online 1137
RAGUSA - 21/01/2012
Attualità - Conferenza stampa del vescovo Mons. Antonio Staglianò

La Cattedrale di Noto è stata elevata a Basilica Minore

Il conferimento del titolo è arrivato direttamente dal Vaticano
Foto CorrierediRagusa.it

La Cattedrale di Noto è stata elevata a Basilica Minore. Lo ha annunciato il Vescovo, Mons. Antonio Staglianò nel corso di una conferenza stampa tenuta in vescovado (nella foto).

Il titolo è stato conferito dal Vaticano che concede questo privilegio ad alcune importanti chiese, per consuetudine immemorabile o concessione Apostolica motivata dall’antichità, dalla grandezza, dal valore artistico, dalla spiritualità intensa, dall’essere luogo di pellegrinaggio cristiano, dalla venerazione di reliquie insigni e dal possesso di mezzi adeguati a mantenere il decoro confacente a tale dignità. In Italia si contano circa 500 Basiliche Minori .

Da un punto di vista Canonico la Basilica, ha spiegato Mons. Staglianò, va distinta in Patriarcale, Maggiore e Minore, le Basiliche Patriarcali e Maggiori, che l´attuale Pontefice ha preferito denominare Papali, sono caratterizzate dalla presenza del Trono e dell’Altare Papale.

Il Vescovo ha precisato che fra le chiese di una Diocesi il primo posto e la maggiore dignità spettano alla cattedrale, nella quale è collocata la cattedra, segno del magistero e della potestà del Vescovo, Pastore della sua Diocesi segno della comunione con la cattedra romana di Pietro.

La Santa Congregazione del culto divino e della disciplina dei sacramenti nel decreto «Domus ecclesiae» esplicita – come ha sottolineato il Vescovo - il significato particolare di alcune chiese che per la loro speciale importanza per la vita liturgica e pastorale, esprimono il vincolo di comunione che unisce la basilica minore e la cattedra di Pietro.

Mons. Stagliano ha sottolineato che questo riconoscimento ha per la chiesa di Noto un significato sociale, nella difficile congiuntura economica. La Basilica Cattedrale diventerà infatti non solo luogo esemplare dell’azione liturgica di tutta la diocesi ma anche luogo operoso di carità verso i più poveri con la nascita di una mensa per i fratelli più bisognosi.