Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:51 - Lettori online 1059
RAGUSA - 20/01/2012
Attualità - La denuncia di Idv

Cava dei Modicani aperta a molti tra i rifiuti "volanti"

Cartacce e pattume nelle campagne

Da un mese è crollata la rete anti-dispersione della plastica nella discarica di Cava dei Modicani e i rifiuti "volanti" invadono le campagne.
È quanto denuncia il coordinatore provinciale di Idv, Giovanni Iacono, il quale coglie l´occasione per segnalare l´ennesimo scempio ambientale e richiamare, al contempo, la lunga serie di criticità ancora irrisolta: «Crollano i cancelli, le reti, gli impianti per il trattamento del percolato e del biogas non sono a pieno regime e quelli inaugurati non entrano in funzione. Da tempo ribadiamo la necessità di soluzioni immediate, senza che vi venga posto rimedio».

La protesta del movimento «Forza d´urto» hanno inoltre costretto l´Ato Ambiente ad autorizzare fino ad oggi, il conferimento dei rifiuti nel sito ibleo, anche ai comuni del versante Modicano ed Ipparino, che da ieri si sono già attivati: «ll conferimento di rifiuti sarà così quattro volte maggiore – sottolinea Iacono – rispetto al normale flusso, con un impianto che però versa in condizioni non ottimali e che si avvicina sempre di più alla saturazione; e dove infine, ignorando le norme vigenti, i rifiuti vengono solo abbancati e non vi è la triturazione».

I vertici dell´Ato hanno assicurato al coordinatore provinciale Idv che nei prossimi giorni sarà ripristinata la rete metallica divelta: «A volte si ha l´impressione – aggiunge Iacono – di vivere in una terra di nessuno. In passato ci siamo già rivolti alle autorità giudiziarie e lo faremo anche in questo caso, oltre che con un´interrogazione specifica in consiglio provinciale. Altrimenti, l´unica strada per ottenere risultati, è manifestare apertamente la rabbia».

Nel frattempo, ieri mattina, la giunta municipale ha dato il via libera alla possibilità di impugnare l´ordinanza regionale con cui il governatore Lombardo ha stabilito di avviare l´iter per l´affidamento del servizio di gestione integrata dei rifiuti ad un soggetto attuatore (già nominato) per predisporre bandi e capitolati e attraverso l´Urega, provvedere all´espletamento delle gare, estromettendo così gli enti locali.

Gazzetta del Sud