Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:40 - Lettori online 1344
RAGUSA - 18/01/2012
Attualità - Il presidente del Consorzio Di Raimondo ha intanto incontrato l’assessore al Bilancio Tasca

A Lingue studenti in fermento, si teme chiusura facoltà

Lamentati i cattivi rapporti con Catania e la mancanza di investimenti delle strutture al servizio di chi studia

Gli studenti di Lingue si sono ritrovati nel salone Falcone Borsellino per parlare dei problemi che affliggono la facoltà. Il coro è stato unanime: «Bisogna cambiare rotta e soprattutto migliorare il rapporto con l’Università di Catania».

Gli studenti temono che i ritardi nei pagamenti da parte del consorzio, i mancati interventi nelle strutture quali il miglioramento di laboratori ed ambienti pregiudichino il futuro di quella che resta l’unica facoltà di Lingue e letterature straniere in Sicilia. Dagli studenti presenti sono partite numerose lamentele nei confronti degli esponenti del consorzio e la richiesta di facilitare il lavoro di quanti si impegnano quotidianamente a seguire le lezioni.

La situazione a Lingue resta così molto fluida e si attende un confronto con il presidente del Consorzio universitario. Enzo Di Raimondo ha incontrato intanto il neo assessore al Bilancio al comune Michele Tasca. Di Raimondo ha preso atto della rassicurazione dell’assessore che l’impegno del comune non verrà meno ed anzi verrà rilanciato nei limiti delle ristrettezze finanziarie di Palazzo dell’Aquila.