Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:51 - Lettori online 1101
RAGUSA - 18/01/2012
Attualità - La giunta Dipasquale ha approvato la nuova pianta organica dell’ente fissata in 795 unità

Al comune 179 posti da coprire, ma il sindaco non può

I paletti fissati dalla Finanziaria impongono solo la copertura di un quarto delle vacanze

Al comune di Ragusa mancano 179 unità di personale. L’amministrazione tuttavia non può ricorrere ad assunzioni se non per un quarto delle necessità e soprattutto tendendo presenti i limiti imposti dalla Finanziaria. Il comune dovrà insomma farsi bastare ancora per qualche anno il personale in dotazione e soprattutto i vigili urbani che con 35 unità in meno è il settore dove più ampie sono le carenze.

La pianta organica del comune si compone complessivamente di 795 unità ma sono soltanto 616 i posti in atto coperti. Lo dice la nuova pianta organica adottata dalla giunta Dipasquale che ha rivisitato la pianta organica del 2006 quando ben 1054 posti erano i posti previsti, oggi ridotti ad appena 795 e dal punto di vista operativo basata su 616 unità.

Secondo la nuova pianta organica, mancano 14 operatori di impianti sportivi, 7 uscieri, 7 ausiliari del traffico, 2 centralinisti, un distributore di biblioteca, 7 elettricisti, 5 applicati dattilografi, 2 esecutori tecnici, un idraulico, 3 messi notificatori, 11 operatori soci assistenziali, un autista di scuolabus e mezzi speciali, 2 informatori, 4 operatori elaborazione dati, un responsabile autoparco, 35 agenti gli di polizia municipale, 4 assistenti all´infanzia, 4 geometri, 3 istruttori aiuto bibliotecario, 9 istruttori amministrativi, 5 ragionieri, 4 segretari economi, 2 istruttori aiuti tecnici, 7 istruttori direttivi amministrativi, un istruttore bibliotecario, 3 istruttori contabili ed altrettanti educativi, 6 assistenti sociali.

Le carenze nei posti apicali riguardano un posto di direttore di biblioteca, un direttore di musei, un funzionario agronomo, 11 funzionari amministrativi, 4 architetti, un avvocato, due funzionari economisti, un geologo, un ingegnere per la sicurezza nei luoghi di lavoro. Tutte coperte, infine, le 12 poltrone da dirigenti, ma sei posti con assunzioni a tempo determinato.

La giunta per tamponare le falle più evidenti potrà bandire alcuni concorsi a cominciare da quelli riguardanti i posti ora assegnati a tempo indeterminato e quelli per i quali ritiene che vi siano maggiore urgenze e necessità.