Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 673
RAGUSA - 13/01/2012
Attualità - L’Ue assicurerà la sua quota parte per tutte le 19 opere considerate strategiche in Sicilia

I lotti Rosolini-Modica della Sr-Gela non sono a rischio

Lo assicura l’europarlamentare Salvatore Iacolino(Pdl) che ha approndito la questione a Bruxelles. Soddisfatto Nino Minardo

La Siracusa Gela non corre pericoli. Salve anche le altre 19 opere infrastrutturali programmate in Sicilia. Tutte verranno cofinanziate dall’Unione Europea. Lo assicura l’europarlamentare Salvatore Iacolino (Pdl) che ha voluto così smentire le paure circolate la scorsa settimana di un taglio dei cofinanziamenti europei alle opere messe in cantiere dalla Regione Sicilia e dal ministero delle Infrastrutture. I lotti della Siracusa Gela che vanno da Rosolini a Modica potranno essere appaltati anche perché la quota parte della Ue sarà erogata entro febbraio.

Dice l’europarlamentare: «Il Governo regionale farebbe bene a non perdere ulteriore tempo e a individuare il contraente attraverso gare ad evidenza pubblica per affidare i lavori delle opere immediatamente cantierabili. La Regione dovrebbe sapere - aggiunge - che nei regolamenti dei Fondi strutturali non c´e´ niente che le impedisca di cominciare l´attuazione di un grande progetto (e non tutti i 19 progetti peraltro sono grandi progetti) prima della sua approvazione da parte della Commissione, in quanto abbia ricevuto nel frattempo, come in questo caso, il relativo provvedimento di ammissione da parte dell´Ue".

Soddisfatto si è detto Nino Minardo che insiste perché la Regione faccia subito la sua parte visto che il governo Lombardo è in ritardo come evidenzia Nino Minardo: «Inefficienze e ritardi si sono concentrati proprio sul progetto della ´Siracusa-Gela´ per il quale la Regione ha impiegato 6 mesi per rispondere alla prima lettera di osservazioni della Commissione ed altri 7 per rispondere alla seconda più i 4 per inviare la scheda di valutazione d´impatto ambientale».