Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:39 - Lettori online 712
RAGUSA - 06/01/2012
Attualità - Denuncia Idv sui balzelli pagati dai cittadini in cambio dell’immobilismo

Viale del Fante: lavori fermi come un anno e mezzo fa

Giovanni Iacono fa il bilancio delle opere bloccate e cita la frase di un assessore del sindaco: «Logica della cicala che tanto più decanta magnificenza, quanto più sottopone al rischio di carestia la cittadinanza»
Foto CorrierediRagusa.it

Giovanni Iacono, coordinatore provinciale di Italia dei valori apre il 2012 mettendo il dito nella piaga di viale del Fante. «A distanza di quasi un anno e mezzo tutto rimane bloccato e transennato a Viale del Fante (foto). L´amministrazione Dipasquale malgrado abbia vessato i cittadini ragusani (adesso con la tassa di soggiorno anche i malcapitati turisti di passaggio) con ogni sorta di tassa, con l’aumento vertiginoso della tassa per gli espurghi dei pozzi neri, con incassi provenienti dalle sole imposte per decine di milioni di euro e con l´aggiunta di avere contratto mutui fino al limite massimo, è ridotta a non avere più soldi e disponibilità».

Secondo il leader di Idv, il sindaco di Ragusa «ha perseguito la politica che un suo, attuale, assessore un giorno classificò come la «logica della cicala che tanto più decanta magnificenza, quanto più sottopone al rischio di carestia la cittadinanza». I cittadini per il crollo di Viale del Fante pagano tre volte: la prima per i soldi che vengono versati dalla collettività per effettuare la manutenzione nelle caditoie che dovrebbe essere assicurata ogni quattro mesi e che non viene svolta; la seconda per le somme che devono essere spese per riparare il danno causato dalla mancata manutenzione ed il fatto che il Comune è a secco di disponibilità finanziarie ha fatto sì che a distanza di un anno e un anno e mezzo siamo ancora al punto di partenza; la terza è quanto "pagano" ogni giorno i cittadini per i disagi e il disservizio prodotto. La vicenda del crollo del fognolo di Viale del Fante è l´emblema della cattiva amministrazione, della peggiore gestione delle risorse pubbliche, della vuota propaganda».