Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 1086
RAGUSA - 01/01/2012
Attualità - Le iniziative intraprese da Cgil e Cisl a Pozzallo e S. Croce

Anno nuovo problemi vecchi, protesta operatori ecologici

Mancato pagamento di due mensilità e della 13ma, assemblee e scioperi

Anno nuovo problemi vecchi. I problemi del personale addetto ai servizi di igiene ambientale a Pozzallo E S. Croce sono rimasti irrisolti e così Cgil e Cisl hanno proclamato una serie di agitazioni.

Alla base della decisione i ritardi con cui non vengono pagati con puntualità gli emolumenti agli operatori ecologici. Il comune di Pozzallo ha versato una quota alla Geo Ambiente ma nessun beneficio è derivato per i lavoratori che devono ricevere due mensilità arretrate e la 13ma.

«Nonostante il Comune di Pozzallo, dichiarano Giovanni Lattuca della F.P. CGIL e Carmelo Giannone della FIT CISL - abbia onorato gli impegni assunti, andando ben oltre effettuando cioè mandati di pagamento nei confronti della GEO Ambiente per circa 372,800,00 euro, l’impresa ecologica ha disatteso l’impegno assunto in Prefettura, pagando ai lavoratori soltanto il saldo del mese di agosto e di settembre, la mensilità di ottobre e la 13° mensilità.
Ai lavoratori non è stato liquidato il mese di novembre e il Sindaco Sulsenti ha inviato una nota al Prefetto di Ragusa confermando le argomentazioni che sono alla base della nostra vertenza».

Da mercoledì scorso e tutti i giorni, per ogni fine turno di lavoro, dalle ore 10alle ore 12 e dalle ore 11 alle ore 12, si tengono assemblee sui posti di lavoro.

A Santa Croce Camerina l’ultimo stipendio percepito è quello del mese di ottobre e devono ancora percepire lo stipendio del mese di novembre e la 13° mensilità, emolumenti maturati già lo scorso 15 dicembre.

«Quello che sta avvenendo a Santa Croce è assurdo, commenta Giovanni Lattuca segretario provinciale della FP CGIL di Ragusa, da informazioni non smentite sino adesso, pare che la Ditta ECO.S.E.I.B. abbia liquidato a sei dipendenti, che hanno rimesso il giorno prima la delega della CGIL, il bonifico bancario prima della fine dell’anno mentre gli altri iscritti al nostro sindacato non è stato riservato lo stesso trattamento. Ho informato la segretaria generale della CGIL per le verifiche e le azioni conseguenti.

La F.P. CGIL esprime la propria indignazione per le forti pressioni attuate in questi mesi da parte dell’ Impresa sui lavoratori«.Oltre lo sciopero proclamato per lunedì 16 gennaio per tutta l’intera giornata sono state proclamate anche 9 giornate di astensione collettiva dal lavoro straordinario, con inizio il 18 gennaio e fine il 27 gennaio.