Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:53 - Lettori online 1205
RAGUSA - 29/12/2011
Attualità - Altro colpo di scena nell’Ambito territoriale di Ragusa

Ato impantanAto, si è dimesso anche Giovanni Lucifora

Come aveva preannunciato, anche il rappresentante del Comune di Vittoria ha rassegnato le dimissioni
Foto CorrierediRagusa.it

L’aveva detto e l’ha fatto. Tre giorni dopo il presidente Severino Santiapichi, s’è dimesso anche Giovanni Lucifora (foto), componente nominato dal Comune di Vittoria. Rimane in carica solo Giancarlo Migliorisi, espressione del Comune del capoluogo che dovrà gestire adesso la fase della convocazione dell’assemblea dei soci per la elezione del nuovo Cda e del nuovo presidente.

Non è tutto tranquillo come si vorrebbe far sembrare in seno all’Ambito territoriale di Ragusa che non riesce a completare la procedura della liquidazione. I malumori ci sono, anche se non si vedono. Si capiscono dalle motivazioni che hanno portato prima alle dimissioni del giudice Santiapichi e poi a quelle di Lucifora. Nessuna dichiarazione ufficiale per ora sia da parte di Lucifora che di Giancarlo Migliorisi. Da indiscrezioni, comunque, le dimissioni di Lucifora sarebbero motivate dal fatto che non sussistono più le condizioni ottimali per proseguire nella liquidazione dell’Ato; per carenza di fondi e per la confusione del quadro normativo.

Per il sindaco di Santa Croce Camerina Lucio Schembari si deve andare avanti: "Non è certo facile andare avanti-dichaira- quando gli altri mollano, ma anche da parte mia, così come ha fatto il sindaco di Ragusa, Nello Dipasquale, arriva il chiaro invito al vicepresidente del collegio dei liquidatori dell´Ato Ambiente, Giancarlo Migliorisi ad andare avanti. Ci sono problematiche che occorre guardare con assoluta attenzione e non è possibile pensare ad uno stop della società d´ambito. Il 2012 si prospetta come un anno in cui ci saranno delle svolte anche nella gestione dei rifiuti e dunque occorre che questo periodo di transizione debba essere garantito nel migliore dei modi. La professionalità del dott. Migliorisi e la stima che molti sindaci hanno nei suoi confronti, mi spingono a chiedergli di proseguire il suo lavoro in favore della collettività".