Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:21 - Lettori online 911
RAGUSA - 29/12/2011
Attualità - Duecento arresti nel 2011 e 120 chili di marijuana sequestrati

E´ una polizia dai grandi numeri in provincia

Individuati anche tutti i responsabili degli sbarchi clandestini

Grandi numeri per la Polizia a consuntivo di fine anno. L’attività è stata intensa e lo confermano i 200 arresti ed i 120 chili di marijuana sequestrati. La squadra mobile è stata impegnata su vari fronti, a cominciare dalle estorsioni sul versante ipparino dove sono state raggiunti, anche recentemente, dei buoni risultati.

C’è dunque da essere soddisfatti per il questore Filippo Barboso e per il dirigente della Mobile Francesco Marino anche perchè questa attività ha avuto un riscontro nella classifica sulla qualità della vita pubblicata dal Sole 24 ore che ha attestato per quanto riguarda l’ordine e la sicurezza pubblica la provincia a metà graduatoria in Italia ed al primo posto per gli indicatori presi in esame solo relativamente alla provincia.

Il numero degli arresti, ha rimarcato il dirigente della Mobile Francesco Marino, è il più elevato degli ultimi cinque anni. «Abbiamo portato avanti un´attività sinergica con le altre forze dell´ordine per reati come rapine ed estorsioni». Le due operazioni "On the beach» hanno consentito di frenare il fenomeno estorsivo a Vittoria. Ma è sul fronte della droga, che si è giocata una grande partita con oltre 120 chili di marijuana sequestrati.

Altri servizi di particolare rilevanza riguardano i reati contro la persona, come lo stalking: «Sono situazioni – ha detto il capo della Mobile – che spesso restano chiuse all´interno delle mura familiari, con grande sofferenza, specie per le donne che sono vittime degli abusi».

Per gli sbarchi di immigrati per tutti gli episodi sono stati individuati gli scafisti.Capitolo a parte la prostituzione, che, proprio in questi giorni, ha portato alla denuncia di 12 persone coinvolte nei casi di sfruttamento e favoreggiamento.