Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 619
RAGUSA - 29/12/2011
Attualità - Ente senza debiti che ha rispettato il patto di stabilità nel 2011

Nubi su futuro Provincia, 85mo compleanno ultimo atto?

Il presidente Franco Antoci e la sua giunta pronti a difendere l’istituzione dallo scioglimento o dal commissariamento
Foto CorrierediRagusa.it

Compie 85 anni il prossimo 2 gennaio, forse morirà di vecchiaia. Gli amministratori della provincia di Ragusa sono comunque in prima linea per difendere l’ente dal suo scioglimento o dal commissariamento. Sul prossimo futuro non c’è infatti certezza sui modi ma appare oggi scontato che le provincie finiranno la loro esperienza in Italia e tra esse anche Ragusa.

Da verificare se sarà commissariata o se sarà sciolta ma il presidente Franco Antoci in sede di conferenza stampa di fine anno ha confermato il suo impegno a difendere a spada tratta il futuro dell’ente insieme ai suoi assessori. Ha detto il presidente Franco Antoci (nella foto): «Nessuna legge potrà abbattere un’istituzione come la Provincia di Ragusa che ha una tradizione democratica e un passato fatto di realizzazioni e grandi progetti. Ecco perché ribadiamo a chiusura dell’anno il no all’abolizione delle Province e il no al commissariamento dell’Ente qualora l’assemblea regionale siciliana dovesse incardinare il disegno di legge sulla costituzione dei liberi consorzi dei comuni».

Antoci avrà probabilmente il privilegio di essere l’ultimo presidente dell’ente e per il momento ha vantato i risultati raggiunti in quest’ultimo anno. Un ente senza debiti, che ha rispettato il patto di stabilità e che ha pagato i debiti fuori bilancio. Franco Antoci si è detto anche soddisfatto perché l’Ance ha riconosciuto che la Provincia è stata la prima stazione appaltante del territorio.

Tra le battaglie ricordate quelle sulla Ragusa Catania con la marcia lenta verso l’aeroporto di Catania, il sit in a Roma, l’impegno per l’autostrada Siracusa Gela oltre a quello sull’aeroporto. Tutti nodi che vengono rinviati al 2012 perché ancora irrisolti, anche se, almeno sulla carta, prossimi alla meta.


Ma si guardano allo specchio qualche volta?
31/12/2011 | 6.30.15
Aristark

Mi chiedo se questi mentecatti si rendono del DISPREZZO che li circonda e si guardano allo specchio per VERGOGNARSI.


E ti pareva
30/12/2011 | 14.26.50
antg

Antoci & co. non parlano a nome di nessuno se non di se stessi. Esistono montagne di articoli, studi, commenti di gente comune favorevoli all´abolizione delle province (cioè delle assemblee rappresentative). Speriamo che nel 2012 siano solo un ricordo.


Messa in cattedrale
30/12/2011 | 13.38.37
camelot

Ed io accenderò 100 ceri votivi.


MESSA SOLEMNIS
29/12/2011 | 17.14.54
ARISTARK

Se la Provincia di Ragusa sarà abolita (come tutte le altre) ordinerò a mie spese una messa cantata in cattedrale.