Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 590
RAGUSA - 14/12/2011
Attualità - Il presidente del Comitato regionale Inps ospite del Comitato provinciale

Invalidità civile, carenza personale, super Inps: i temi trattati dal presidente regionale Gruttadauria

Le difficoltà tecniche che ostacolano alcuni processi importanti come le invalidità civile al centro dell’attenzione dell’organo politico regionale
Foto CorrierediRagusa.it

Il presidente del Comitato regionale dell´Inps, Giuseppe Gruttadauria, ha partecipato ai lavori del Comitato provinciale di Ragusa presieduto dal presidente Giuseppe Ruta. Nel corso dell´incontro sono state affrontate alcune delle tematiche di rilievo riguardo alla situazione dell´Inps, soprattutto in materia di invalidità civile e della prospettiva del Super Inps con l´accorpamento dei due enti previdenziali Inpdap e Enpals. Ai lavori, oltre ai componenti del Comitato, hanno partecipato anche il direttore provinciale Michele Porrello, i direttori delle Agenzie di Modica e di Vittoria Salvatore Rustico e Pasquale Minacori, il responsabile dell´Agenzia interna Paolo Calabretta, il dirigente medico provinciale Sebastiano Birgillito.

Il presidente Ruta ha riferito che il progetto per il trasferimento dell´Agenzia Inps di Modica presso nuovi locali più idonei è a buon punto, ma ha posto anche l´accento sulle criticità delle invalidità civili. Il direttore Michele Porrello ha messo in evidenza i buoni risultati raggiunti dalla sede provinciale nonostante le numerose difficoltà, prima fra tutte la riduzione del personale.

Per quanto riguarda l´erogazione delle indennità delle invalidità civili, è stato esaltato il grande lavoro svolto dall´Ufficio medico legale dell´Inps, costretto a lavorare in condizioni di enormi difficoltà dovute alla carenza di personale medico.

Il presidente Giuseppe Gruttadauria ha concluso l´incontro sostenendo che: «Il ruolo del Comitato regionale è quello di verificare se gli indirizzi dati a livello nazionale dal Comitato di indirizzo e vigilanza vengano realizzati a livello territoriale. Conosco le negatività relative alle invalidità civili a seguito del provvedimento normativo scattato il 1 gennaio 2010. Un macigno enorme, anche perché l´Istituto non era preparato sia in termini tecnici che strutturali: pochi medici e personale amministrativo. La gente ha sempre come punto di riferimento l´Inps, non vede altri enti o altre discrasie.

"Tralasciamo il 2010 e i danni che ha causato il sistema cartaceo e l´invio dei verbali tramite postel, ma nel 2011 Ragusa ha migliorato molto. Sì, c´è carenza di personale diffusa in tutta la Regione, che non consente di raggiungere gli obiettivi prefissati. Riguardo al potenziamento degli uffici sanitari, si pensa di fare convenzioni con medici esterni; ma io non sono d´accordo e lotterò per fare assumere giovani medici che si formino e che rimangano patrimonio dell´Istituto».

Del costruendo Super Inps, il presidente Gruttadauria si riserva di approfondire meglio le norme che saranno approvate, ma rimane pessimista sul futuro dello «stato sociale». «C´è la volontà di ridimensionare il ruolo dei patronati - ha preannunciato- Con la telematizzazione in via esclusiva la conseguenza sarà la chiusura degli sportelli dell´Inps per recuperare risorse umane».

Nella foto da sinistra, il direttore Porrello, il presidente provinciale Ruta, il presidente regionale Gruttadauria e il segreterio del Comitato Dragotto