Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:49 - Lettori online 1050
RAGUSA - 30/11/2011
Attualità - Proficuo il lavoro del tavolo tecnico convocato dal prefetto Giovanna Cagliostro

Per l´apertura dell´aeroporto di Comiso si accelera, lunedì la consegna alla Soaco

Il 9 sopralluogo nello scalo, il 12 riconvocato il vertice in Prefettura, il 15 la firma del Ministero
Foto CorrierediRagusa.it

Una road map che porterà alla apertura dell’aeroporto di Comiso. Quattro le date fissate nel vertice convocato dal prefetto Giovanna Cagliostro (nella foto). Alla riunione hanno risposto tutti gli attori coinvolti tranne l’assessore regionale alle Infrastrutture Pier Carmelo Russo, che al suo posto ha invviato il capo di gabinetto vicario. C’erano naturalmente i sindaci dei territori coinvolti, Comiso, Ragusa, Chiaramonte e Vittoria, il presidente della Provincia, i rappresentanti di Enav, Soaco, Sac e delle forze dell’ordine.

La prima scadenza è quella di lunedì prossimo quando l’aeroporto sarà ufficialmente consegnato alla Soaco, la società di gestione della infrastruttura, che da quel momento potrà avviare tutti gli adempimenti necessari per giungere, al più presto, all´apertura dello scalo aeroportuale. Tutte le altre istituzioni ed autorità interessate (in particolare, Enac ed Enav per la sicurezza e l´assistenza al volo), infatti, hanno garantito di essere già pronti ad espletare le incombenze di competenza per garantire il funzionamento dell´aeroporto.

La seconda scadenza è quella di venerdì 9 quando è stato programmato un sopralluogo all’aeroporto per rendersi conto di presenza di quello che ancora serve. Lunedì 12 invece il prefetto ha riconvocato il tavolo tecnico in prefettura per fare il punto della situazione. Il 15 infine è atteso il completamento della pratica aeroporto con la firma del decreto da parte del Ministero per assicurare l’assistenza al volo anche se materialmente i soldi sono stati assicurati dalla Regione almeno per il primo anno di operatività. L’apertura dell’aeroporto è insomma ormai dietro l’angolo e se non si potrà volare per l’estate sembra ormai certo che dall’autunno del prossimo anno le compagnie potranno programmare i loro voli.

Se sarà possibile la Soaco intende operare già prima con voli charter al servizio del turismo in provincia e per l’area del sud-est. Tutto da verificare invece l’interesse concreto delle compagnie a programmare voli sullo scalo comisano. Al di là di manifestazioni di interesse da parte di Ryan Air, Meridiana, Air Malta, non si è ancora concretizzato alcunché ma l’accelerazione impressa all’apertura dell’aeroporto servirà anche da stimolo alla Soaco per stringere contatti e rendere operativo al meglio lo scalo.