Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 565
RAGUSA - 04/11/2011
Attualità - La giornata ha visto anche l’inaugurazione della mostra dei cimeli militari in Prefettura

Festa dell´Unità e delle Forze Armate con una riflessione

Il prefetto Giovanna Cagliostro ha lanciato un messaggio alle giovani generazioni sul significato simbolico dell’avvenimento
Foto CorrierediRagusa.it

La festa dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate è stata celebrata in due diversi momenti istituzionali. E’ stata una festa di cui il prefetto di Ragusa, Giovanna Cagliostro, ha voluto evidenziare i contenuti e l’alto valore simbolico in un momento storico in cui l’unità nazionale viene a volte messa in discussione.

Il prefetto ha voluto anche lanciare, senza cadere nell’enfasi, un messaggio alle giovani generazioni perché il gesto di quanti si sono sacrificati per la Patria sia monito ed esempio. La cerimonia si è svolta in Piazza San Giovanni alla presenza delle massime Autorità civili e militari della provincia; qui il prefetto ha passato in rassegna il picchetto d’onore (nella foto).

A conclusione del momento celebrativo in Piazza San Giovanni, nei Saloni di Rappresentanza del Palazzo del Governo, il Prefetto ha consegnato alcune distinzioni onorifiche, tra cui quelle dell’Ordine al Merito della Repubblica, conferite a cittadini della provincia distintisi per particolari meriti.
E’ stata altresì consegnata la benemerenza al Merito Civile conferita dal Ministro dell’Interno al Signor Salvatore Runza, quale esempio di virtù civica e di encomiabile eroismo, con la seguente motivazione: «Con generoso slancio, nonostante la propria condizione di disabilità prontamente interveniva a difesa di una cassiera di un esercizio commerciale a seguito di un diverbio ingaggiato dalla medesima con un cliente che si rifiutava di pagare la merce prelevata, venendo lui stesso minacciato e colpito dall’aggressore».

A margine, è stata data lettura di un comunicato dell’Associazione Nazionale Marinai d’Italia riguardante la presenza di marinai di origine ragusana deceduti nel corso dell’ultimo conflitto bellico ed in atto sepolti in Germania e per i quali l’Associazione si sta adoperando per la ricerca dei familiari ai fini dell’indicazione del luogo di sepoltura e del rimpatrio delle salme.

Molto significativa per l’occasione l’inaugurazione della Mostra di Cimeli storico-militari, allestita all’interno dei Saloni di Rappresentanza e realizzata in collaborazione con il Museo Civico di Ragusa «Italia in Africa», con il Museo Storico Militare del Comune di Chiaramonte Gulfi, con il Museo Italo-Ungherese del Comune di Vittoria, con le Associazioni combattestiche e d’Arma della provincia di Ragusa, con il Comitato Provinciale della Croce Rossa Italiana e con la rappresentanza locale dell’ Associazione «Lamba Doria» di Siracusa.