Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1355
RAGUSA - 20/10/2011
Attualità - I rappresentanti di IdV si sono ritrovati a Cava dei Modicani per evidenziare il ritardo

I 2 anni del Compostaggio: "Auguri al nulla"!

Giovani Iacono, Venerando Cintolo, Salvatore Martorana e Giuseppe Tumino hanno "bollato" la propaganda dell’amministrazione e dell’Ato Foto Corrierediragusa.it

Brindisi amaro e senza bollicine. IdV ha celebrato i due anni di fermo dell’impianto di compostaggio nella discarica di Cava dei Modicani. Venerando Cintolo e Giovanni Iacono (foto), Salvatore Martorana e Giuseppe Tumino si sono ritrovati all’ingresso della discarica ed hanno festeggiato, si fa per dire, con un tiramisù con ricotta e fragoline. Due le candeline spente, proprio per celebrare i due anni dell’inattività dell’impianto.

«Abbiamo "festeggiato" – ha detto con tanto sarcasmo Giovanni Iacono – la vergognosa ricorrenza dei due anni dall´inaugurazione, il 19 ottobre 2009, da parte di Ato e sindaco del capoluogo, di un impianto di compostaggio costato tre milioni e mezzo di euro, ma che non è mai stato messo in funzione! Allora l´Idv sostenne che si era inaugurato il... nulla! Così, purtroppo, è stato. Il danno, peraltro, non è solo legato al costo di una struttura non utilizzata, ma anche ai maggiori costi sostenuti in questi anni per il conferimento a Grammichele della frazione dell´umido, nonché per i mancati ricavi del compost. Ed ancora, per il mancato decollo della differenziata e per i minori costi che sarebbero derivati alla comunità grazie ad una minore incidenza della Tarsu».

Idv ricorda anche che nel febbraio 2010 l´amministrazione comunale rese noto che i rifiuti biodegradabili erano già conferiti nell´impianto di compostaggio. «Non è vero – conferma Giovanni Iacono- E’ stato solo propaganda!».