Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:17 - Lettori online 706
RAGUSA - 12/10/2011
Attualità - Inizia ufficialmente l’anno accademico nella sede di Ibla

Oggi è il giorno della facoltà di Lingue a Ragusa

Il preside Nunzio Zago ha illustrato ieri alle matricole presenti in aula l’attività didattica

E’ il giorno della facoltà di Lingue. Oggi inizia ufficialmente l’anno accademico nella sede di Ibla con le prime lezioni per i circa trecento studenti iscritti. E’ un giorno importante perché chiude polemiche, dubbi e perplessità sul futuro della facoltà che per qualche tempo è stata in bilico tra Catania e Ragusa.Il preside Nunzio Zago ha illustrato ieri alle matricole presenti in aula l´attività didattica, che, entro il mese sarà calendarizzata in tutte le varie articolazioni. Nunzio Zago ha confermato l’impegno del Consorzio:

Vogliamo radicare la facoltà nel territorio, contribuendo allo sviluppo culturale della provincia. La facoltà deve costituire, in tal senso, una presenza dinamica nel territorio. Abbiamo illustrato ai tanti ed entusiasti giovani neo-iscritti il piano delle attività didattiche che inizieranno da subito, seppur con la necessaria articolazione che una facoltà complessa impone. L´augurio è di andare avanti senza intoppi. Ho invitato gli studenti a sentir la facoltà come un bene personale ed a partecipare attivamente non solo all´attività didattica, ma anche a quelle scientifiche e culturali che dovranno costituire un momento alto della vita culturale della provincia e che, perciò, pian piano, intendiamo rilanciare. L´augurio è però che non siano solo gli studenti ad avere senso di appartenenza, ma che a guardare con simpatia, con sostegno, con la giusta attenzione alla facoltà di Lingue sia l´intera comunità iblea. Se così sarà stato, i frutti non mancheranno». Tanta l’attesa da parte delgi studenti che verificheranno sul campo la funzionalità dei servizi , delle aule e dei laboratori.