Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 813
RAGUSA - 29/09/2011
Attualità - L’esito della riunione a Palermo tra i vertici della Regione e dell’Asp 7

I precari Asp passeranno alla Multiservizi Sicilia

L’accordo operativo dal 1 gennaio 2012

La soluzione per rendere possibile l’occupazione del personale ausiliario ( cuochi, operari, ausiliari) dell’Asp n 7 di Ragusa, è stata individuata a Palermo compatibilmente con le restrizioni normative e contabili vigenti e consentirà, tramite la Multiservizi Spa, l’occupazione dei lavoratori che per l’anno in corso non hanno ancora espletato il loro turno trimestrale. Potrà essere così garantiràl’erogazione di importanti servizi per la collettività del territorio.

Questo l’esito della riunione alla quale hanno preso parte il responsabile della task force lavoro della Regione Siciliana, Salvatore Cianciolo, il Commissario della Multiservizi Spa, Anna Rosa Corsello, il dirigente responsabile del servizio economico-finanziario dell’Assessorato della salute, Sammartano, il direttore generale dell’ASP di Ragusa, Ettore Gillotta supportato dallo staff dell’Ufficio del Personale.

Presenti le rappresentanze sindacali Fp Cgil regionali Michele Palazzotto e Caterina Tusa e il responsabile del comparto sanità della Fp CGIL di Ragusa Angelo Tabbì e di due lavoratori precari.
Lo scopo della riunione era l’individuazione delle modalità di trasferimento dei lavoratori precari (ausiliari, operai e cuochi) dell’ASP di Ragusa verso la Multiservizi SPA.

Entro la fine di dicembre sarà discusso il passaggio del personale precario che ha effettuato turni di lavoro presso l’ASP di Ragusa nel corso degli anni 2009, 2010 e 2011 alla Società che dal primo gennaio 2012 succederà alla Multiservizi SPA e curerà in house l’espletamento delle attività anche in ambito sanitario.


parlo per esperienza diretta
02/10/2011 | 21.26.06
angelo di agrigento

non fidatevi delle parole pretendete risposte scritte.
io ed altri 28 colleghi multiservizi siamo stati solo presi in giro da Cianciolo ed accoliti. di necessità abbiamo dovuto alla fine adire le vie legali e quindi aspettiamo. Vi auguro buona fortuna