Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 888
RAGUSA - 28/09/2011
Attualità - File lunghissime sin dal primo mattino negli uffici di via Meli per accedere agli sportelli

Pagare le bollette dell´acqua è diventato un calvario

Il sindaco conferma la scadenza del 31 ottobre, non ci saranno proroghe

Pagare e sopportare. Per chi ha ricevuto le bollette del canone idrico è un calvario cui bisogna sottoporsi soprattutto se si cercano informazioni e chiarimenti sulla bolletta ricevuta. Sindaco ed assessore comunque confermano; la scadenza di pagamento è il 31 ottobre e non ci saranno altre deroghe rispetto a quella già concessa. Ed allora tutti in fila nei locali angusti di via Meli con file interminabili ed impiegati stressati. Gli otto sportelli aperti non ce la fanno ad arginare la folla che da qualche settimana si riversa presso gli uffici già dal primo mattino.

Su tale emergenza si è confrontata anche la commissione Risorse. Alla fine si è deciso di sollecitare il sindaco Nello Dipasquale, l´assessore al Bilancio, Maria Teresa Tumino, l´assessore al Personale Venerando Suizzo ed il segretario generale Benedetto Buscema, affinché si adottino i più opportuni provvedimenti per dare concrete risposte agli utenti, in particolare informazioni e chiarimenti sulle bollette contestate. La commissione ha chiesto il potenziamento dell´ufficio, al fine di aumentare le ore di ricevimento.

Immediata la risposta del sindaco Dipasquale e dell´assessore Tumino che disposto la proroga di un solo mese delle scadenze programmate: "La limitata capienza dei locali – hanno dichiarato sindaco ed assessore – impedisce di aprire ulteriori postazioni, oltre alle otto già attivate, mentre la pressione che il personale subisce non consente di incrementare l´orario di apertura degli sportelli. È intendimento dell´amministrazione potenziare, però, il servizio con l´immissione di ulteriore unità non appena l´ufficio sarà trasferito nei nuovi locali dell´ex Consorzio agrario».