Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1521
RAGUSA - 26/09/2011
Attualità - Indecoroso tenere l’immondizia fino a mattinata inoltrata con i mezzi in giro per la città

La raccolta dei rifiuti non va, ad ottobre cambiano gli orari

Gli utenti sono anche a corto di sacchetti e rilevano poca informazione sul servizio

Doveva essere la risoluzione di tutti i mali ma così non è stato. La raccolta differenziata non funziona e bisogna correre ai ripari.

Ci prova il sindaco con una nuova ordinanza che impone la raccolta a partire dal 17 ottobre in nuovi orari; gli operatori della Busso passeranno dalle 4.30 alle 10.30 per evitare che si continui ad avere immondizia sotto i palazzi, rifiuti sparsi per le strade e disagi per i cittadini e soprattutto si dia l’impressione di una città sporca. I cittadini da un lato protestano per i costi della Tarsu, con bollette da 400 euro l’anno in media per famiglia, ma vorrebbero un servizio puntuale e soprattutto essere messi in condizione di conferire l’immondizia in orari e soprattutto con modi acconci.

Gli orari attuali consentono di conferire l’immondizia fino a mattinata inoltrata e anche il pomeriggio e questo non va bene; inoltre alle famiglie mancano i sacchetti di diverso colore per attuare puntualmente la raccolta ed a nulla servono le telefonate presso gli uffici comunali per ottenere i sacchetti come se fossero dei regali di Natale ma il modo più diretto e necessario per realizzare la raccolta. Il sistema è ancora troppo complesso anche se basterebbe andare alla sede della Busso per ottenerli.

Ma la comunicazione nel caso della differenziata a Ragusa è carente perché in molti non sanno come attuarla e soprattutto non sanno a chi rivolgersi per le piccole difficoltà quotidiane. Dopo avere fatto partire il servizio bisognerebbe informare famiglie ed esercenti ma l’unico piano di comunicazione finora esistente è per le scuole. Troppo poco come ha dimostrato finora la prassi quotidiana.


29/09/2011 | 22.23.24
michele dipasquale

Noi in casa differenziavamo sin da prima della raccolta porta a porta e ho il ricordo di una città discretamente pulita oggi differenziamo sempre ed in maniera attenta ma gli operatori almeno 2 su 5 volte ci lasciano l´immondizia davanti al portone, mai messa fuori una volta in ritardo, ed anche se non ci fosse questo fastidiosissimo inconveniente la città è sotto gli occhi di tutti è veramente molto sp*****a. Per forza io quando esco di casa veros le 7-7:30 trovo sempre chi pulisce la strada e i marciapiedi e dopo inizia la raccolta porta a porta rimanendo la città sp*****a fino all´indomani mattina presto, in una parola la si vede sempre sp*****a.
Che peccato per la nostra bella Ragusa.


Volontà del cittadino.
29/09/2011 | 8.01.56
Giovanni

La pigrizia di noi ragusani è veramente sconcertante. Dopo mesi dall´inizio di questa normale iniziativa e non rivoluzionaria (la differenziata esiste da anni nel mondo), quando mi reco vicino ai contenitori, vedo ancora sacchetti ricolmi di svariati rifiuti e quindi non differenziati. Alcuni utilizzano il cassonetto del "secco" come un normale contenitore di un tempo... Furbi? Per niente!!! Differenziare la carta dall´alluminio è la pratica più facile al mondo!
Tuttavia è vero che alcuni concetti sono difficili da comprendere e ci vuole più informazione.
Ragusani, basta con la pigrizia!!!


Le regole ci sono
28/09/2011 | 17.20.51
Cittadino

Le regole ci sono... ma se non scattano le multe le cattive abitudini restano!!!
Anche a Marina di Ragusa in spiaggia, nonostante i contenitori per le cicche siano in umero adeguato, pochi le usano e tanti incivili sp*****ano le nostre belle spiaggie.
Smettiamola di prendercela con le istituizioni e cominiciamo a vivere la città con rispetto ed educazione... così Ragusa non va avanti!!!


Bugia
27/09/2011 | 14.20.01
Pensionata

Non è vero che i sacchetti e i secchi dell´immondizia si possono mettere fuori dalla parta a qualsiasi orario...
Due anni fa quando è cominciata la raccolta differenziata nel centro storico (Via Roma) hanno distribuito un depliant con spiegazioni e orario 6.30/8.30! Il problema è che non siamo abituati alle regole e occorrono a mio modesto parere più controlli da parte dei vigili urbani, qualche multa per abbandono di sacchetti agli angoli delle strade. Appena qualcuno paga una multa si diffonde subito la voce e stiamo tutti più attenti. E´ triste dirlo ma per paura qualcosa si può ottenere.