Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1219
RAGUSA - 16/09/2011
Attualità - Delegazione in Prefettura dove sono state simbolicamente consegnate le fasce tricolori

I sindaci al Prefetto: "Tagli pesanti, non ce la facciamo più"

La giornata di protesta è stata indetta per sensibilizzare i cittadini sui danni della manovra economica del Governo

Il coro è unanime: «Non ce la facciamo più». I dodici sindaci della provincia hanno consegnato simbolicamente le fasce tricolori e la delega all’Anagrafe ed allo Stato civile al prefetto Giovanna Cagliostro in occasione della giornata di protesta indetta dall’Anci per protestare contro il tagli del governo agli enti locali.

«Siamo stanchi di essere l’ultima ruota del carro» ha detto Nello Dipasquale all’auditorium della Camera di commercio dove si sono riuniti prima sindaci e consigli comunali. Non c’era grande affollamento tuttavia sui banchi dell’auditorium ma profondo coinvolgimento perché la manovra del governo è pesante e rischia di mandare in tilt tutti i servizi; si tratta di tagli per milioni di euro che si abbattono sui bilanci delle amministrazioni locali.

Nello Dipasquale, vice presidente vicario dell’Anci regionale, ha posto l’attenzione anche sull’impossibilità di far fronte alle richieste che provengono dai servizi sociali mentre Antonello Buscema ha toccato il tasto della scuola.

Ha detto il sindaco di Modica: « I dirigenti chiedono banchi, personale, materiale ma non abbiamo risorse, è impossibile andare avanti».