Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 13:05 - Lettori online 741
RAGUSA - 09/09/2011
Attualità - La cerimonia funebre celebrata nella chiesa di S. Stefano Protomartire a Verano al Lambro

L´Ave Maria di Shubert per l´ultimo saluto al tenore Licitra

Grande commozione nel ricorso del fratello di Salvatore, Fabio, la salma tumulata nel cimitero della cittadina brianzola Foto Corrierediragusa.it

L’Ave Maria di Shubert ha dato l’ultimo saluto a Salvatore Licitra (foto) nella chiesa di S. Stefano Protomartire a Vedano al Lambro. Nella chiesa del piccolo centro brianzolo dove risiede da tempo la famiglia Licitra si sono ritrovati centinaia di persone, commosse e strette al dolore della famiglia e della madre del tenore in particolare.

«La predica più bella è la vostra presenza qui, oggi - ha detto il parroco (indicando anche i gonfaloni di Vedano, segno della vicinanza del paese a un cittadino illustre e di Cinisello Balsamo, dove aveva vissuto prima la famiglia Licitra; Salvatore amava vivere nel il parco dove faceva lunghe passeggiate.
Scoperta la sua dote straordinaria ha saputo restare semplice e mantenere la capacità di confrontarsi con tutti in modo sereno. Era molto conosciuto come artista ma è stato anche spettatore e spesso lo si vedeva mischiarsi tra il pubblico. Ci ha insegnato a far tesoro di ogni momento della vita e noi sappiamo che la sua vita e la sua bravura non sono finite: ha cantato davanti al Papa, ora canta davanti a una schiera immensa di persone».

Al termine della celebrazione, il sacerdote ha ricordato anche l´ultimo gesto di generosità di Salvatore Licitra, la cui famiglia ha acconsentito all´espianto degli organi. Un altruismo ricordato anche dal fratello Fabio, nel saluto finale: «Ricordiamo tutti Salvatore come una persona capace di strappare sorrisi, che avrebbe perdonato tutti e che era generoso con tutti». Dopo le esequie, la salma di Salvatore Licitra è stata accompagnata da un corteo composto al cimitero di Vedano al Lambro.