Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 545
RAGUSA - 13/08/2011
Attualità - Pietra tombale su Agraria e Giurisprudenza, studenti a Catania

Per Lingue a Ragusa tutto pronto, ci sono 226 posti

I candidati pre iscritti sarebbero oltre 400 per la laurea triennale.

Non c´è spiraglio per il completamento, seppur solo ad esaurimento, dei corsi di laurea in Agraria ed in Giurisprudenza a Ragusa. Da settembre gli studenti dovranno trasferirsi a Catania. La tardiva richiesta della classe dirigente locale non potrà essere accolta dal rettore Antonino Recca, sia perché in palese difformità a quanto statuito con gli accordi del giugno 2010, sia perché non ci sono più i tempi tecnici per rivedere l´intesa e riorganizzare i corsi. Questione chiusa dunque ed il profilo basso tenuto dai politici e dagli amministratori fa calare il silenzio sulla questione.

Le buone notizie vengono invece dalla facoltà di Lingue con sede unica ad Ibla, che dovrebbe presentarsi, sin dal giorno d´inizio delle lezioni, con il corpo docenti al gran completo. Per la laurea triennale in Mediazione linguistica sono disponibili 226 posti, 96 per la laurea magistrale in Lingue e culture europee ed extraeuropee. I candidati pre iscritti sarebbero, come lo scorso anno, ben oltre 400 per la laurea triennale. Le selezioni si terranno il 6 settembre, dalle 8, nell´auditorium della Scuola dello sport di via Magna Grecia. Per la "magistrale", il termine di preiscrizione scade il 25 agosto e le selezioni si terranno nella sede della facoltà ad Ibla il 14 settembre, sempre a partire dalle 8.

Sul sito dell´Università di Catania sono stati pubblicati tredici bandi per selezione pubblica a posto di ricercatore universitario a tempo determinato ai sensi della legge Gelmini. «Si tratta dell´annunciato reclutamento dei docenti di arabo, tedesco, giapponese, cinese, inglese, francese e spagnolo sia per l´insegnamento delle lingue che delle relative letterature.
Gli studenti potranno disporre di docenti incardinati su Lingue con tutte le refluenze positive sulla didattica.

I bandi pubblicati fanno seguito a quelli che erano indirizzati al reclutamento dei docenti a contratto, ai quali verranno affidati gli insegnamenti di materie complementari, ed a quelli pubblicati nel corso del mese di giugno, relativi alla selezione dei lettori madrelingua. A Lingue insomma l’anno accademico comincerà nel segno della normalità, senza ritardi e tentennamenti come verificatosi lo scorso anno quando tutti i corsi partirono con notevole ritardo.