Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:49 - Lettori online 1229
RAGUSA - 12/06/2011
Attualità - Il tenore Lorenzo Licitra e le ballerine di Mila Plavic in Turchia

Associazione "Ragusani nel mondo" conquista Instanbul

Sebastiano D’Angelo: «Un momento di altissima promozione dell’immagine ragusana in una nazione che guarda con estrema simpatia all’occidente ed in particolare all’Italia grazie ad una legislazione che attira capitali stranieri utili a far decollare ulteriormente una economia con un Pil a quasi due cifre, neanche sfiorata dalla crisi economica mondiale tuttora in corso»
Foto CorrierediRagusa.it

Coordinata dall’Associazione Ragusani nel Mondo, una delegazione iblea, composta da alcune ballerine della scuola di danza Mila Plasvic e dal giovane seppur bravissimo tenore ragusano Lorenzo Licitra, si è recata ad inizio giugno a Istanbul, su iniziativa del Consolato e dell’Istituto Italiano di cultura della metropoli turca, per animare presso il prestigioso e storico Palazzo Venezia la festa della Repubblica, quest’anno particolarmente attesa a seguito della ricorrenza del 150 Anniversario dell’Unità d’Italia.

Il progetto fa seguito ad una intesa perfezionata a fine marzo tra l’Associazione Ragusani nel Mondo e il Consolato italiano di Istanbul, con il prezioso supporto del carabiniere Angelo Burgio, in atto distaccato presso la locale sede diplomatica.

Alla presenza di una folla festante di invitati, calcolati in oltre 3.000 unità, con rappresentanze al massimo livello della società turca e italiana, ma anche di numerose Ambasciate di altri Stati, oltre a esponenti del modo della finanza, dell’imprenditoria e della cultura del paese ospitante, gli artisti iblei hanno dato un saggio di autentica bravura e professionalità, promuovendo l’immagine della provincia di Ragusa e meritando un pubblico plauso da parte dello stesso Console Gianluca Alberini nel corso del suo intervento ufficiale di saluto alla comunità.

Anche la gastronomia ragusana, con il patrocinio della Provincia e della Camera di Commercio del capoluogo, del Consorzio di Tutela del Cioccolato di Modica e di aziende private (Ergon) è stata al centro dell’interesse della prestigiosa ricorrenza, con apprezzata degustazione di formaggi, cioccolata e vini iblei.

La convincente e applaudita esibizione degli artisti iblei è stata successivamente replicata in altri due spettacoli, il primo presso un hotel del centro, a beneficio della locale comunità italiana, e il successivo presso una catena commerciale di alta moda, rappresentativa delle migliori griffe italiane, in un evento di mondanità promosso dall’I.C.E. di Istanbul, all’insegna di un esclusivo glamour e con la presenza di vip di vario genere, top model internazionali, personaggi dello spettacolo e della jet society turca.

«Un momento di altissima promozione dell’immagine ragusana- afferma Sebastiano D’Angelo- in una nazione che guarda con estrema simpatia all’occidente ed in particolare all’Italia, e che offre delle interessanti opportunità ad imprenditori a caccia di investimenti produttivi, grazie ad una legislazione che attira capitali stranieri utili a far decollare ulteriormente una economia con un Pil a quasi due cifre, neanche sfiorata dalla crisi economica mondiale tuttora in corso».

E’ quanto è stato illustrato nel corso di un incontro che parte della delegazione, seguita in Turchia da alcuni esponenti dell’informazione iblea, ha avuto con il presidente dell’I.C.E. Ferdinando Pastore, insieme ad alcuni Funzionari dell’assessorato regionale all’Agricoltura, pure presenti alla manifestazione del 2 giugno.

La missione culturale ha avuto anche un significativo risvolto istituzionale, grazie ai contatti del Console onorario turco in Sicilia Domenico Romeo, che accompagnava la delegazione iblea. Nel corso di un ricevimento ufficiale dato da Ahmet Demircan, sindaco di Beyoglu, capitale di uno dei distretti più affollati e importanti di Istanbul, sono state sondate e discusse le possibilità di avviare progetti di partenariato istituzionale con comuni siciliani e iblei in particolare, forieri di rapporti di più vasta portata.

«Questo è un rinnovato evento- conclude D’Angelo- che conferma la vocazione dell’Associazione Ragusani nel Mondo di far breccia, con semplici ma efficaci iniziative culturali, nelle società e nelle comunità straniere dove forte e significativa è la presenza degli italiani e degli iblei in particolare. Una nuova frontiera internazionale offerta a quei settori delle istituzioni pubbliche e private iblee che vogliano cogliere le opportunità emerse da un interscambio culturale altamente significativo, dove la gratuità, la spontaneità e l’entusiasmo dei suoi protagonisti hanno fatto premio su ogni altra considerazione».

Nella foto in alto, Sebastiano D´Angelo a Instanbul con le ballerine di Mila Plavic e il tenore Licitra. Sotto, le altre foto: cliccateci per ingrandirle