Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:23 - Lettori online 944
RAGUSA - 12/06/2011
Attualità - Si rinnovano i vertici sindacali degli istituti bancari

Banche, cooptazioni nella Uilca con Credem e Bapr

Emilia Guglielmino e Francesco Calvo nella segreteria provinciale Uilca di Ragusa. Gino Sammarco: «Bisogna rimpiazzare le uscite con l’assunzione di giovani dipendenti»
Foto CorrierediRagusa.it

Emilia Guglielmino, della Banca Agricola Popolare di Ragusa, e Francesco Calvo, del Credem, sono stati cooptati nella segreteria provinciale della Uilca di Ragusa ed andranno ad affiancare il segretario generale Bruno Pluchino, Sebastiano D’Angelo di Unicredit e Giancarlo Francione della Popolare di Lodi.

«Questa cooptazione premia i risultati organizzativi e di proselitismo ottenuti dalla segreteria in tutte le banche del ragusano - ha detto il segretario generale Uilca Sicilia Gino Sammarco (foto) che insieme al responsabile regionale Riccardo Ballotta - ha condotto una tre giorni di incontri nel quale sono stati affrontati i temi inerenti il rinnovo contrattuale della categoria e le tensioni occupazionali dovute alle continue fibrillazioni che attraversano il mondo del credito in Sicilia.

«Le cooptazioni – dice Sammarco – valorizzano il percorso di rilancio e riorganizzazione della Uilca ragusana nel momento in cui si sta ancor più radicando nel territorio, continuando a crescere sia nel numero dei quadri sindacali sia in quello degli iscritti» .

Sammarco, nel corso degli incontri, ha posto l’accento sulle linee guida con le quali continuerà a portare avanti il proprio mandato. In tal senso ha rilanciato anche a Ragusa una forte azione di crescita organizzativa dei quadri sindacali locali basata sul contatto quotidiano con le lavoratrici e i lavoratori.

Rispetto a UniCredit ha sottolineato che le numerose uscite di dipendenti del gruppo non sono state ancora rimpiazzate con le assunzioni di giovani siciliani, con gravi difficoltà in tutte le filiali, costrette ogni giorno a misurarsi con annose carenze di organico ed ancor più con l’approssimarsi della stagione estiva».