Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1028
RAGUSA - 02/06/2011
Attualità - La festa del patrono vive momenti intensi in questo fine settimana

S. Giorgio "in visita" a S. Giovanni dopo 11 anni

L’ultima volta è stato nel 2000, il simulacro resterà a Ragusa superiore fino a sabato

Dopo undici anni S. Giorgio ritorna a S. Giovanni. L´evento si ripeterà attorno alle 20.30, quando il Santo Cavaliere farà il suo ingresso nella cattedrale di S. Giovanni. Rispetto al 2000, però, il simulacro di San Giorgio non sarà accompagnato dall´Arca Santa. Allora anche il reliquario venne portato a Ragusa Superiore nella chiesa del Carmine, dove, il giorno successivo, avvenne il ricongiungimento con San Giorgio. Stavolta, l´Arca Santa accompagnerà la statua equestre fino alla chiesa delle Anime Sante del Purgatorio in piazza della Repubblica, mentre San Giorgio, attraverso corso Mazzini e corso Italia, raggiungerà San Giovanni.

In Cattedrale fervono già i preparativi per accogliere in grande il simulacro, che resterà a San Giovanni fino alla sera di sabato, quando, dopo una processione per le principali vie del centro storico superiore, farà ritorno nel Duomo a Ibla. «E´ un momento di gioia – spiega il parroco della Cattedrale don Carmelo Tidona – e l´espressione di una religiosità che accomuna nella preghiera e nel proposito di una vita buona, secondo il Vangelo».
Don Tidona ricorda che «i patroni San Giovanni e San Giorgio sono invocati soprattutto per essere autentici testimoni nel mondo attuale, pieno di travaglie crisi». Il parroco quindi, esprime «in questi momenti la gioia dell´accoglienza e dell´ospitalità rivolta a San Giorgio». Per questa visita, aggiunge, «siamo grati al parroco don Pietro Floridia e alla sua comunità per aver voluto disporre che San Giorgio potesse visitare la Cattedrale San Giovanni con tutti i fedeli».

All´arrivo del simulacro del Santo Cavaliere, previsto come detto per le 20.30, conclude don Tidona, «saranno celebrati i solenni vespri con la partecipazione del clero ragusano». Nel giorno di sabato, la Cattedrale resterà aperta tutto il giorno, ad eccezione dell´arco orario compreso tra le 12 e le 14.30, per consentire la presenza di un alto numero di fedeli. Alle 18.30, poi, l´avvio della processione sarà preceduta da una solenne celebrazione. Quindi, la processione con il simulacro di San Giorgio che percorrerà corso Italia e le vie Mario Leggio, Sant´Anna, Roma, Ecce Homo, San Vito, corso Italia, corso Mazzini e piazza della Repubblica, dove rileverà l´Arca Santa per proseguire verso il Duomo.