Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:08 - Lettori online 925
RAGUSA - 22/05/2011
Attualità - La segreteria del Partito democratico si scaglia contro il sindaco uscente

Pd: "Dipasquale responsabile morte università"

Sul banco degli imputati anche il presidente della provincia Antoci

"Anziché continuare ad attaccare il Pd sulla questione università a Ragusa, Dipasquale ammetta le sue colpe e confessi alla città che lui in questi 5 anni ha la responsabilità politica di aver sancito la morte dell’università a Ragusa".

Comincia così la dura nota della segreteria del Partito Democratico di Ragusa contro il sindaco uscente Nello Dipasquale. "Si vergogni e la smetta di insultare in campagna elettorale il Partito Democratico, che da sempre con i suoi esponenti ha dato prova di sostegno all´università.

Dopo le varie denunce pubbliche di studenti e comitati in merito ad una università morente a Ragusa - continua il Pd - ci chiediamo perché il sindaco uscente a soli 5 giorni dal voto decida di interessarsi sulla questione.

Lui e il presidente della Provincia Franco Antoci, nel loro ruolo di soci di maggioranza, sono i veri responsabili di una gestione scellerata del Consorzio Universitario. Loro non sono stati in grado di nominare un presidente dopo le dimissioni di Giovanni Mauro, lasciando volutamente il Consorzio senza vertice per quasi un anno.

Dipasquale è uno dei soggetti politici responsabili della perdita del posto di lavoro di decine di dipendenti del Consorzio, è responsabile di aver nominato il nuovo CdA con 4 mesi di ritardo rispetto alla scadenza naturale ed è anche uno dei responsabili della mancata elezione dei vertici nel CdA.

La verità è un’altra; Dipasquale vede il suo consenso elettorale sfumare ora dopo ora - si legge testualmente nella nota - a vantaggio dei suoi avversari e non ha più argomenti se non quello di attaccare il partito democratico in tutti i modi.

Stia sereno Dipasquale - conclude il Pd - perché tra qualche giorno sarà Sergio Guastella, da sindaco, ad aprire l’interlocuzione con l’università di Catania e lo farà serenamente, senza minacce e senza ultimatum, con uno stile diverso rispetto a quello a cui ci ha abituati lui in questi anni".