Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:26 - Lettori online 998
RAGUSA - 30/04/2011
Attualità - Ragusa: continua l’educazione alla legalità del Comando provinciale della Guardia di Finanza

Matty dà lezioni antidroga alla scuola «Rodari»

Un pastore tedesco insegna ai ragazzi come si scopre la droga addosso ai pusher e nei bagagli. Il colonnello Fallica: «Andare nelle scuole è un’attività entusiasmante che faccio volentieri»
Foto CorrierediRagusa.it

Continua il ciclo di incontri presso le scuole elementari di Ragusa, portato avanti dalla Guardia di Finanza, nell’ambito del progetto «Educare alla legalità, su iniziativa del Comando Generale del Corpo. Anche stavolta l’incontro ha avuto il suo culmine con l’applauso degli alunni della scuola elementare di Ragusa «G. Rodari», scaturito alla vista di uno splendido esemplare di pastore tedesco, Matty, impegnato in una simulazione di un controllo antidroga.

Grande è stato l’entusiasmo dei ragazzi, quando il cane ha cominciato a puntare il bagaglio dove era occultata la droga, opportunamente nascosta da un alunno. E’ stata creata l’occasione per illustrare lo specifico addestramento delle unità cinofile della Guardia di Finanza, basato su un gioco in cui al cane, capace per la sua maggiore sensibilità olfattiva di fiutare la sostanza stupefacente, viene dato in premio qualcosa da mordere, un manicotto di pezza che abitua l’animale ad associare l’odore della sostanza stupefacente al premio.

Altre informazioni sono state fornite ai giovani scolari dai finanzieri del capoluogo ibleo, presenti all’iniziativa con il Comandante Provinciale ed il Comandante della Compagnia di Ragusa, che ha concordato l’iniziativa con il Preside dell’istituto, prof. Pardi. Le esercitazioni pratiche sono state precedute dalla proiezione del filmato «educare alla legalità» realizzato dal Comando generale delle Fiamme gialle.

L’incontro tra i giovani alunni e i militari della Guardia di Finanza si inquadra nell’attività sviluppata dalla Guardia di Finanza per arginare la diffusione di sostanze stupefacenti, attività caratterizzata dall’attenzione sia alla fase del contrasto vero e proprio, che a quella della prevenzione, aspetti di un medesimo preoccupante fenomeno. Proseguiranno anche presso altri istituti scolastici tali incontri nell’ambito del progetto «educare alla legalità», intesa come premessa culturale indispensabile ma anche come fattivo sostegno, quotidiano, teso ad elaborare e diffondere un´autentica cultura del rispetto delle norme democratiche e dei valori civili che costituiscono la base della coesistenza di qualsiasi forma di società.