Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 1033
RAGUSA - 27/04/2011
Attualità - Ragusa: conferenza stampa Italia dei valori sulla gestione dei rifiuti

Idv, sui rifiuti Comune a passo del gambero

Le cifre sulla raccolta differenziata fornite dai dirigenti del partito di Di Pietro

«Fallimento della gestione dei rifiuti a Ragusa. In 5 anni il passo del gambero e nel mese dell’elezioni il «gambero» si trasforma in superman». E’ il contenuto della conferenza stampa di Italia dei Valori sulla gestione dei rifiuti a Ragusa. La conferenza stampa è stata tenuta dal coordinatore provincialele Giovanni Iacono, da Claudio Conti candidato indipendente nelle liste di IdV, da Salvo Martorana capogruppo in Consiglio comunale, e Nuccio Cascone. Gli esponenti di Italia dei Valori hanno fornito cifre in maniera meticolosa e precisa confutando i dati contenuti nell’ordinanza del Sindaco di Ragusa, la n. 388 del 30.03.2011, che affida alla ditta Busso la prosecuzione del servizio di igiene ambientale del Comune di Ragusa con l’attivazione del servizio di raccolta differenziata dal 1 maggio 2011 e la «promessa» che in 5 mesi si raggiungerà l’obiettivo del 28 % di raccolta differenziata.

Per Iacono «si tratta dell’ultima trovata elettorale, per cinque anni siamo andati indietro come il gambero arrivando dal 15 % del 2007 all’11,3 % del 2010 e adesso, a pochi giorni dal voto, ci viene ripromesso che in cinque mesi arriveremo al 28 % e con le stesse persone che, contemporaneamente, devono anche provvedere alla pulizia di Marina e delle zone rivierasche?».

Per Conti è «illegittima la modifica del capitolato speciale d’appalto ad opera del Comune perché il soggetto legittimato è l’Ato ambiente, come illegittima è la modifica dell’art. 26 bis del capitolato sulle penalità alla ditta che in caso di mancato raggiungimento dell’obiettivo si vede ridotta la penalità da 33.000 a 7.000 euro per ogni punto percentuale. Non risulta inoltre che il Comune abbia comminato, in tutti questi anni, la sanzione prevista alla ditta per il mancato raggiungimento degli obiettivi e per l’aggravio di costi per oltre 1.800.000 euro per le 20.000 tonnellate di maggiori rifiuti conferiti in discarica. In tre anni tra mancate penalizzazioni e introiti si sono ‘regalati’ alla ditta 2.700.000 € pari a 38 € a cittadino».

Martorana, anche nella sua veste di presidente della commissione trasparenza del Comune, ha poi evidenziato tutte le inefficienze di questi cinque anni dalla mancata disinfestazione al mancato servizio di raccolta rifiuti ingombranti a domicilio, ai ritardi nell’apertura dei Centri comunali di raccolta, alla mancata raccolta della frazione umida». Per Italia dei Valori «si è di fronte al totale fallimento nella gestione dei rifiuti a Ragusa e adesso anche la beffa della sceneggiata dell’ultimo mese.» "Sono le solite chiacchiere inutili di Italia dei Valori"- ha risposto il sindaco Nello Dipasquale.