Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:03 - Lettori online 1356
RAGUSA - 13/04/2011
Attualità - Ragusa: il segretario del Cub, Pippo Gurrieri, rilancia l’idea

Non solo Rg-Ct, serve la tratta ferroviaria

La ferrovia è stata smantellata negli ultimi venti anni ed ora se ne piangono le conseguenze

Rg Ct sì ma ci vuole anche la ferrovia. Il segretario provinciale della Cub Trasporti, Pippo Gurrieri rilancia sulla necessità di un collegamento ferroviario moderno e funzionale con Catania alla luce del declino del trasporto sulle automobili e del sempre più gravoso costo dei carburanti e dell´inquinamento che provocano le auto; ed ancora, il futuro, ancor più nero, per il trasporto di merci e derrate su strada a mezzo tir, sia per la pericolosità intrinseca di questi veicoli pesanti, sia per il danno che recano all´ambiente.

Conseguenziale la necessità di creare sistemi alternativi di collegamento, specie attraverso il mezzo che meglio rispetta l´ambiente. Ossia, il treno. Buono per le merci e per i trasporti collettivi. A maggior ragione, in un territorio a forte vocazione agricola e che esporta fuori provincia e al di là dello stretto gran parte delle sue produzioni:

«Sino a pochi anni fa – sottolinea Gurrieri – c´erano otto stazioni ferroviarie ed altrettanti scali merci. Progressivamente è stato tutto smantellato e di fatto dalla terra iblea è sparita la ferrovia. L´intensità delle pressioni in tema di Ragusa-Catania non c´è mai stata per salvare i treni. Non vogliamo la polemica neanche con le associazioni ambientaliste, ma si tratta di mettere in discussione questo modello di sviluppo».