Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 1018
RAGUSA - 10/04/2011
Attualità - Ragusa: ieri l’inaugurazione della struttura affidata alla cooperativa "Sostare"

Ibla più accessibile con il parcheggio di via Ottaviano

Sono 120 posti macchina, una navetta porterà gratuitamente i turisti in centro

Godere delle bellezze di Ibla sarà più facile. Grazie al parcheggio di via Ottaviano, 120 posti all´ingresso del centro barocco che da ieri è entrato in funzione; si pagano settanta centesimi l’ora nelle fasce orarie comprese tra le 10 di mattina e le 2 di notte E’ questo il prezzo stabilito dalla cooperativa "Sostare", che gestisce il servizio grazie ad un protocollo d´intesa sottoscritto tra Ascom e amministrazione comunale. Sono stati previsti sconti sulla base di orari di sosta prolungati e grazie a convenzioni con i titolari dei negozi di Ibla.

Il progetto favorisce i visitatori e i turisti e prevede l´attivazione di due bus navetta per far arrivare gratuitamente i fruitori del parcheggio nel cuore del quartiere barocco. Per i residenti, invece, cinquanta posti complessivi riservati nell´area di corso Don Minzoni e nel parcheggio limitrofo all´area attrezzata.

Alla cerimonia di inaugurazione del parcheggio hanno partecipato il sindaco Nello Dipasquale., l´assessore allo Sviluppo economico Giovanni Cosentini e l’assessore al Cultura Francesco Barone che dice: «Abbiamo tenuto conto delle esigenze di commercianti e visitatori e vogliamo migliorare la fruibilità del quartiere barocco.» Un dialogo attivo e proficuo per migliorare la fruizione di Ibla».
Il presidente della cooperativa Sostare Giuseppe Cabibbo ha spiegato le finalità del progetto avviato: « Vogliamo offrire un´opportunità a quanti intendono visitare il quartiere barocco, abbinando la sosta allo sviluppo dell´economia della zona. Siamo disponibili a modifiche in corso d´opera per migliorare il servizio».

Il presidente dell’Ascom, Cesare Sorbo, ha risposto a chi ha sollevato critiche sull´avvio del servizio a pagamento: «Criticare questa iniziativa significa non voler bene alla città. Il pagamento delle aree di sosta, con il conseguente avvio di agevolazioni e convenzioni con gli esercizi commerciali, è piuttosto un segnale di grande civiltà e rispetto nei confronti di turisti e visitatori, che potranno accedere ad Ibla, grazie ai bus navetta, senza ingorghi o perdite di tempo. Mi auguro invece che questa esperienza possa ripetersi in altre parti della città».