Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 679
RAGUSA - 09/04/2011
Attualità - Ragusa: via alle lezioni presso l’Accademia nazionale della politica

Comunicazione internet, tra virtuale e reale

La responsabile dell’Accademia Chiara Margani ha dato il via alla prima lezione a Ragusa Ibla sul senso della vita online. Fra i relatori, docenti universitari catanesi
Foto CorrierediRagusa.it

«La rivoluzione internet, tra virtuale e reale. Il senso della vita on…line» è stato il tema della prima lezione del ciclo di conferenze e lezioni organizzato dall’Accademia nazionale della Politica ragusana diretta dalla responsabile Chiara Margani (foto). La prima lezione è stata tenuta a Ragusa Ibla nella Chiesa di S. Teresa.

In tale occasione sono stati ospiti relatori Roberto Fai, docente di Filosofia del Diritto nella Facoltà di Giurisprudenza di Catania, Claudio Forti, scrittore e Angelo Nicotra, Psicologo ed Esperto in Dipendenza da Web e Problematiche Intergenerazionali. Un tema che è nato dalla domanda «Che cosa distingue la realtà dalla realtà virtuale?» Ne è nato un dibattito sulla natura di una realtà virtuale sfruttabile al pieno, secondo alcuni, nell’ambito dei social network, senza necessità di avvalersi di «elaborati avatar» o altre « realtà simulate. Un lavoro sull’identità virtuale, studiata e analizzata per capire il comportamento dei soggetti teso a vivere la comunicazione mediatica.

Un’occasione di lavoro per capire come oggi, nell’era di internet e facebook, la comunicazione tra i soggetti si è quasi interamente spostata sul piano del virtuale agevolando una forma di dematerializzazione dei rapporti umani. Ciò al punto da creare un’intera generazione di giovani che vive su un piano mediatico e che non cerca più il contatto fisico per comunicare, parlare o interagire, ma un approccio relazionale posizionato ad un livello superiore di frequenze immateriali.
Altri gli appuntamenti già organizzati, come i più recenti dove si è parlato di «giovani, scuola e webvillage» oppure di «Religione ed evangelizzazione multimediale» o come in ultimo di « Web media e social network.»

L’accademia nazionale della Politica è riconosciuta dal Ministero dei Beni e per le Attività Culturali come Istituto di Cultura, senza scopo di lucro, con personalità giuridica, con sede centrale a Palermo e sedi distaccate ad Agrigento, Enna, Milano e Trapani. «Tale Accademia –dice la responsabile Ragusa Chiara Margani- è nata dall’impegno di un gruppo di giovani desiderosi di colmare l’assenza di dibattito, ricerca e studio intorno ai temi della politica e ai rapporti tra questa e l’etica, la cultura, l’arte, la storia, l’economia, la giustizia, la religione e la tecnologia».

I prossimi appuntamenti vedranno come relatori impegnati i massimi esponenti della ricerca e dell’Università e riguarderanno temi come «Dall’E-governement alla Corrected Governace. L’ICT della Pubblica Amministrazione; Strategie UE per il 2020; Il modello femminile. Il ruolo della donna per la rigenerazione delle classi sociali. E tanti altri appuntamenti tutti nella sede della Chiesa di S. Teresa a Ragusa Ibla.