Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:41 - Lettori online 813
RAGUSA - 28/03/2011
Attualità - Ragusa: litigano partiti e candidati a sindaco

Il teatro dell´ex Concordia a Ragusa è causa di... discordia

Per il Pd la vicenda è simbolo del disinteresse dell’amministrazione uscente per la cultura. Non ci sta Nello Dipasquale

E’ il teatro della discordia. Sulla ristrutturazione dell’ex Concordia e dell’ex cinema La Licata di viale Tenente Lena litigano partiti e candidati a sindaco. Ha cominciato Sergio Guastella ed il Pd del segretario Peppe Calabrese attaccando il sindaco uscente Nello Di Pasquale con tanto di conferenza stampa all’aperto. «Di Pasquale -ha detto il candidato a sindaco del centro sinistra- ha venduto fumo, aveva garantito la ristrutturazione in cinque anni. Il teatro è ancora chiuso».

Per il Pd la vicenda è simbolo del disinteresse dell’amministrazione uscente per la cultura. Non ci sta Nello Dipasquale che ci tiene a precisare: » Nel mio primo anno da sindaco, il comune non aveva né un progetto, nè uno studio di fattibilità, nè la proprietà di alcun teatro. Oggi, a conclusione del mio mandato avremo un progetto definitivo per il teatro della Concordia entro il 24 maggio. Non ho mai detto che avrei consegnato il teatro entro cinque anni Ho promesso un progetto esecutivo e questo ci sarà».

L’esproprio dell’immobile è ormai cosa fatta visto che nel 2007 il comune ha pagato un milione 300mila euro per entrare in possesso dell’immobile,ma l’iter è ancora in corso perché i proprietari non hanno ritenuto congrua la cifra fissata dall’ente. Il progetto di ristrutturazione tuttavia è stato già affidato nel 2009 ed il comune prevede di spendere cinque milioni 300 mila euro per ridare alla città una struttura moderna e funzionale, capace di 450 posti. Ci vorranno tre anni per costruire il nuovo teatro dal momento dell’appalto dei lavori che al momento appare lontano. Il sindaco pensa al 2014 e spera di essere lui a tagliare il nastro.

La vicenda teatro ha avuto comunque il merito di ravvivare una campagna elettorale finora floscia. Per il candidato a sindaco Mpa Salvatore Battaglia bisogna pensare non solo al teatro ma anche ad altri luoghi di aggregazione per i giovani. Dice Battaglia: « Nessuno ha mai pensato ai giovani con cognizione di causa, senza un progetto reale di attenzione per le loro aspirazioni culturali. Per questo quando registro il batti e ribatti sul teatro della Concordia non posso che sottolineare l’inutilità di questa contrapposizione. Sono altri i percorsi di cui ha bisogno questa città. Il teatro è un aspetto sicuramente valido.

Ma va inserito in un quadro generale più complesso e articolato. Un quadro che, finora, nessuno ha saputo dipingere». Anche Sonia Migliore fa sentire la voce di «Ragusa Futuro…verso il Partito della Nazione. Dice la Migliore: «Tutti ricordiamo quale l’importanza che questo spazio essendosi trasformato in un luogo di aggregazione non solo culturale ma anche sociale, per i tanti appuntamenti che all’interno vi si tenevano.

La mia proposta è far sì che si possa pensare a destinare la struttura a laboratorio di arte e cultura, nonché a spazio convegnistico e di spettacolo, arricchendo ulteriormente le potenzialità della nostra città. La creazione del laboratorio, che bisognerà dotare di un piano economico e di un regolamento comunale che ne regolerebbe l´uso, farebbe sì che lo stesso si trasformi in un luogo di cultura in favore dei nostri artisti locali i quali, associandosi, avrebbero la possibilità e la grande opportunità di usufruire di un teatro per spettacoli, manifestazioni teatrali, concerti per i giovani.»