Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 282
RAGUSA - 05/01/2008
Attualità - Ragusa - La contestata vicenda della demolizione dell’immobile

Demolizione ex Camperia:
la Procura apre inchiesta

Il sindaco Dipasquale: "Si tratta di un atto dovuto" Foto Corrierediragusa.it

La Procura di Ragusa ha avviato un’inchiesta sulla demolizione contestata della ex Camperia, i cui lavori sono stati bloccati dal vincolo posto dalla Soprintendenza. Il sindaco Nello Dipasquale (nella foto) non si è scomposto più di tanto, limitandosi a dichiarare che «si tratta di un atto dovuto da parte degli inquirenti».

Era stato lo stesso Dipasquale a volere la demolizione del vecchio immobile, per riqualificare l’area. La Soprintendenza aveva quindi posto un vincolo «postumo», bollato come «politicamente strumentale» da Forza Italia, tramite il senatore Giovanni Mauro e il deputato InnocenzoLeontini, secondo cui l’organo è stato «indirizzato» da Mpa nel porre il vincolo che, di fatto, ha bloccato i lavori di demolizione.

Una dura accusa rigettata da Raffaele Lombardo, leader del movimento autonomista che, nell’ambito della sua visita a Ragusa, ha rassicurato altresì sullo sblocco delle aree demaniali del porto. Tornando alla ex Camperia, la Guardia di Finanza ha acquisito gli atti, nell’ambito del fascicolo aperto dalla Procura.