Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 12:30 - Lettori online 647
RAGUSA - 06/03/2011
Attualità - Ragusa: i venerdì culturali promossi dalla Pro Loco

I 150 anni dell´Unità d´Italia celebrati a Ragusa

Il primo incontro con Armando Donato e Corrado Valvo ad Ibla

Ragusa ricorda i 150 anni dell’Unità d’Italia con una serie di appuntamenti. Il primo si è tenuto venerdì all’auditorium S. Vincenzo Ferreri ad Ibla per iniziativa della Pro Loco.

Armando Donato, vicepresidente del Comitato delle due Sicilie e Corrado Calvo, storico, hanno parlato sul «Regno delle Due Sicilie». Donato ha raccontato dei Borboni, del loro regno e dell’economia che in Sicilia, tra il 1800 ed il 1860 aveva raggiunto un buon livello.

Inspiegabile invece come un esercito preparatissimo e numeroso (circa 180.000 uomini) come quello del Regno delle due Sicilie si sia piegato ad un manipolo di un migliaio di persone mal armate e disorganizzate guidate da Garibaldi. La storia deve ancora chiarire molti dei suoi lati oscuri ma prima di tutto ha detto Donato, dobbiamo riprenderci la nostra dignità di siciliani e convincerci di non essere stati soltanto dei colonizzati dal Piemonte.

Per Corrado Calvo l’argomento da approfondire è stata l’economia siciliana durante il regno borbonico. Anche per lo storico siracusano è il momento di riscrivere alcune pagine della nostra storia. Il Val di Noto con la sua elite aristocratica e clericale aveva enormi capacità economiche dimostrate dalla crescita che in quegli anni ebbero città come Modica, Noto, Rosolini e Ragusa.

Insomma non terra di emigrazione come invece erano le regioni del Nord ma solide realtà contadine in grado di affrontare tante dominazioni, le loro pesanti tasse ma anche la crescita e lo sviluppo. Il prossimo seminario, in programma per l´11 marzo alle 19,30, vedrà la partecipazione dello storico Mimì Arezzo e del gastronomo Saretto Sortino.

Si parlerà di Ragusa e Donnafugata cercando di far rivivere le abitudini del tempo anche dal punto di vista della gastronomia.