Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 905
RAGUSA - 06/03/2011
Attualità - Ragusa: l’istituto ragusano ha prevalso su altre cinque scuole selezionate per la finale

Lo scientifico "Fermi" vince il premio Rostagno

Il tema sul quale quasi 1000 studenti si sono esercitati è stato:"Alla ricerca di un’informazione libera - editoria, giornalismo e nuovi media in Sicilia".

Il liceo scientifico ´Enrico Fermi´ di Ragusa si e´ aggiudicato la terza edizione del premio giornalistico ´Mauro Rostagno´, organizzato a Calatafimi-Segesta dall´Associazione Libera. Secondo la motivazione della giuria di giornalisti, presieduta da Roberto Morrione, presidente di Libera, è riuscito a porre «il problema di come contrastare la mafia e gli interessi che la circondano, attraverso la realizzazione di una rete che, utilizzando internet, colleghi giovani, volontari, associazioni per una piu´ incisiva azione sociale, culturale e civile´´.

Il tema sul quale quasi 1000 studenti si sono esercitati nel corso dell´anno si intitola:"Alla ricerca di un´informazione libera - editoria, giornalismo e nuovi media in Sicilia".

C’è stata una venatura polemica al momento della premiazione degli studenti del Fermi da parte di Concetta Petrolito, docente referente del progetto ´´Siamo felici di avere partecipato a questa manifestazione, ma sono offesa per quanto detto dal presidente del Consiglio, che ha pronunciato parole contrarie alla scuola pubblica, ma il cambiamento oggi sta nelle scuole, in chi crede nei ragazzi e in iniziative come queste´´ Il Fermi ha prevalso sull’ Istituto professionale ´Bufalino´ di Trapani, l´Ipsia di Mazara Del Vallo, terzo, l´Istituto tecnico per geometri ´Accardi´ di Petrosino, quarto, mentre il quinto posto e´ andato al liceo socio psico-pedagogico ´Almanza´ di Pantelleria.

600 gli studenti hanno partecipato alla giornata conclusiva dei lavori al teatro Alhambra di Calatafimi-Segesta ed hanno rivolto domande a Nando Dalla Chiesa, sul ruolo dei giornalisti oggi e sulle collusioni tra mafia e politica. "Oggi ci sono larghissime zone d´ombra nelle istituzioni - ha detto il figlio del generale Carlo Alberto, ucciso assieme alla moglie Emanuela Setti Carraro ed all´agente Domenico Russo la sera del 3 settembre 1982, a Palermo - e chi si schiera sinceramente contro la mafia e´ oggetto di campagne di delegittimazione, nonostante i riflettori siano accesi piu´ a lungo rispetto al passato".
Maddalena Rostagno, figlia di Mauro, ha inviato un videomessaggio ai ragazzi. ´´E´ importante raggiungere la verita´ processuale in aula ma anche continuare a ricordare. Mio padre aveva scelto Trapani e la Sicilia come sua terra, decidendo di sacrificarsi per dare ai giovani la possibilità di scegliere il proprio futuro´´.