Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 811
RAGUSA - 20/02/2011
Attualità - Ragusa il consigliere IdV attacca sindaco ed amministrazione

Università: Salvatore Martorana chiede chiarezza

Sul banco degli imputati anche il preside di Lingue, Nunzio famoso

Sindaco e maggioranza sotto tiro sulla questione Università. Il consiglio comunale torna a parlare del futuro delle facoltà ragusane ed è subito polemica.

Il paradosso è che il capogruppo Pdl Fabrizio Ilardo, deve difendere da destra la posizione del presidente facente funzioni, l´ex senatore diessino Gianni Battaglia. Tocca al consigliere dell´Idv Salvatore Martorana affondare il colpo e ad attaccare sindaco e maggioranza sui nodi dell´Università. Martorana ha posto sul tappeto due questioni: quella del mancato inizio delle lezioni in alcuni corsi di Lingue, con conseguenti gravi ripercussioni per il percorso accademico degli studenti, per la serenità personale e delle loro famiglie, per gli stessi interessi economici in ballo, oltre che per l´immagine della facoltà.

Ritardi inaccettabili che Salvatore Martorana ha addebitato al preside Nunzio Famoso, colpevole di remare contro la decisione di trasferire la facoltà nel capoluogo. Poi, l´esponente d´opposizione ha incalzato sindaco ed amministrazione per l´incapacità del centrodestra, che governa anche alla Provincia, di rinnovare il Cda, scaduto lo scorso dicembre. Senza contare che l´organo operativo è senza presidente dall´estate scorsa, quando si dimise Giovanni Mauro.

Una "vacatio" ed una "prorogatio" all´infinito che non consentono all´istituzione universitaria di espletare il suo ruolo e, specificamente, di adempiere agli atti di straordinaria amministrazione, giacché in situazioni del genere il presidente facente funzioni non può che attenersi all´ordinaria amministrazione. Ma che creano anche "confusione" in campagna elettorale, dato che al vertice del Consorzio sta un uomo del centrosinistra, quando gli enti sono retti dal centrodestra.