Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 896
RAGUSA - 20/02/2011
Attualità - Ragusa: concessi i finanziamenti regionali a Chiaramonte e Pozzallo

La Regione finanzia asili nido di Chiaramonte e Pozzallo

Soddisfatti i sindaci dei due comuni

Già trent´anni fa era operativo nella cittadina un asilo nido comunale. Per la struttura, che ancor oggi è considerata all´avanguardia, è giunto il momento dell´ampliamento e della ristrutturazione, grazie al finanziamento concesso dalla Regione per 560 mila euro.

Innovativa la progettazione, curata dall´ing. Salvatore Scollo, e particolarmente ambizioso il progetto educativo per l´attivazione dei servizi integrativi curato da Laura Cavallo. Tutti gli impianti per la climatizzazione, alimentati da pannelli fotovoltaici, a lavori ultimati, saranno governati da un sistema digitale centralizzato. Ambizioso il progetto didattico che svilupperà il diritto d´ascolto del bambino, incrementa la comunicazione intra familiare, tiene conto delle abilità psicomotorie e percettive, promuove la creazione di laboratori tematici per bambini, genitori e operatrici, per essere protagonisti dei processi di crescita e di cambiamento.

I servizi integrativi, da svolgersi nelle ore pomeridiane, comprendono: il laboratorio espressivo e di fabulazione, quello grafico-pittorico e della lettura. Insomma, forse già dal prossimo anno vita nuova per bambini e maestre. «Siamo soddisfatti – queste le parole dell´assessore alla Politiche sociali Salvatore Nicosia – per essere riusciti a predisporre gli atti che ci hanno portato al finanziamento, fondamentale per realizzare una struttura all´avanguardia».

FINANZIAMENTI ANCHE PER L´ASILO NIDO DI POZZALLO
Quasi un milione di euro per l´asilo nido comunale. Giunge da Palermo la notizia dello stanziamento di 945 mila euro (di cui 150 mila per la gestione del servizio sociale) per la ristrutturazione del nido.

La notizia è buona per due motivi: uno per lo stanziamento in sé, l´altro perché la somma prevista è stata rimpinguata. Lo stanziamento complessivo era, lo scorso aprile, di 645 mila euro, di cui 495 mila euro per lavori e forniture e 150 mila euro per l´accompagnamento alla gestione per lo start up, con un maggior onere a carico del Comune pari ad una somma di euro 55 mila, a copertura della differenza tra la spesa progettuale ed il contributo assegnato per tale fattispecie. La Regione ha pensato bene di aggiungere 300 mila euro per assicurare il pagamento del personale anche per il secondo e terzo anno.

«Un ulteriore finanziamento – dice il sindaco Peppe Sulsenti – che conferma la capacità progettuale dell´amministrazione e che ci consente di realizzare una struttura di vitale importanza». Il progetto presentato dal Comune per la realizzazione di un asilo nido comunale interesserà sessanta bambini.
(Hanno collaborato Antonio Nicosia e Calogero Castaldo)