Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:16 - Lettori online 1250
RAGUSA - 08/02/2011
Attualità - Ragusa: incontro direzione e parti sociali per affrontare le criticità del momento

Invalidità civile: Inps e Patronati per ridurre tempi attesa

L’incontro, voluto dal direttore Michele Porrello e dal presidente del Comitato provinciale Giuseppe Ruta, per superare le difficoltà tecniche che hanno provocato lunghi tempi d’attesa
Foto CorrierediRagusa.it

La nuova revisione organizzativa dell’Inps e i ritardi nella definizione delle domande di invalidità civile, sono stati al centro dell’incontro fra la Direzione dell’Inps e i direttori provinciali degli Enti di Patronato. All’incontro, voluto dal direttore della sede, dott. Michele Porrello, hanno partecipato il responsabile dell’Unità operativa complessa, dott. Sebastiano Birgillito, e il presidente del Comitato provinciale Giuseppe Ruta.

Prima di affrontare il punto critico della invalidità civile, il direttore Porrello, coadiuvato dai responsabili dei settori, ha comunicato ai Patronati che il modello organizzativo è cambiato da linee di processo a due macro aree definite di front office e back office. Ciò ha comportato una revisione generale delle competenze specifiche del personale e anche una nuova dislocazione logistica per servizi.

Riguardo al tema della invalidità civile, che come a tutti noto ha subito una riforma radicale da quando la materia è gestita dall’Inps, consistente oggi nella trasmissione delle domande esclusivamente per via telematica (eccezion fatta per il periodo iniziale misto cartaceo-on line, ivi compresi i verbali sanitari), e che è tuttora al centro di forti preoccupazioni per gli utenti che attendono il riconoscimento della prestazione, il dott. Sebastiano Birgillito ha fornito ai Patronati buone notizie circa l’abbattimento dei tempi di definizione e liquidazione delle pratiche. I ritardi, sono stati causati dal mancato utilizzo della procedura per la stragrande maggioranza dei verbali sanitari. La telematizzazione di tali verbali è stata affidata a Postel che a tutt’oggi ha rilasciato in procedura telematica pochissimi verbali, già lavorati. A questo si aggiunga il blocco della validazione dei verbali di tutta l’Italia da parte della Commissione medica superiore che ha sede a Roma, al fine di effettuare un maggiore e più capillare controllo teso ad evitare erogazioni di indebite prestazioni nel settore della invalidità civile, settore al centro di controlli e inchieste giudiziarie.

Alle sollecitazioni del presidente del Comitato provinciale Inps Giuseppe Ruta e dei direttori dei Patronati, il dott. Sebastiano Birgillito ha riferito che nel giro di qualche settimana la situazione potrebbe rientrare nella normalità in quanto Postel ha cominciato a inviare i verbali delle visite ai soggetti interessati e all’Inps per la validazione definitiva. La stessa Commissione medica superiore ha già adottato degli accorgimenti per accelerare la validazione definitiva delle pratiche che saranno inviate ai cittadini tramite Postel.

(nella foto, da sinistra il direttore Inps Michele Porrello, il presidente del Comitato provinciale Giuseppe Ruta e il primario medico Sebastiano Birgillito)