Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 521
RAGUSA - 03/02/2011
Attualità - Ragusa: svolta nelle trivellazioni del pozzo di contrada Puntarazzi

Accordo Regione–Eni, riprendono trivellazioni a Tresauro

E’ stato il presidente della Regione Raffaele Lombardo, in accordo con i vertici dell’Eni, a sbloccare le perforazioni che erano state fermate dal vincolo del piano paesaggistico
Foto CorrierediRagusa.it

Accordo fra il presidente della Regione Raffaele Lombardo ed Eni. Fra una settimana potranno riprendere le trivellazioni alla ricerca di greggio in contrada Tresauro, zona Puntarazzo, vicino al posto dove sta nascendo il nuovo ospedale di Ragusa, un’area di circa 2 mila metri quadri. Lo ha comunicato con grande soddisfazione il presidente di Confindustria Ragusa Enzo Taverniti (foto).
Le trivellazioni erano state fermate nel mese di giugno del 2010 per via delle note vicende legate al piano paesaggistico. La Confindustria iblea, insieme ad altri soggetti sindacali, ha lavorato perché la situazione si sbloccasse. «Abbiamo sempre detto- ricorda Taverniti- che non si stava realizzando un impianto ma solo perforazioni alla ricerca di petrolio. E nel pomeriggio c’è stata la svolta.

C’è la possibilità che nell’arco di una settimana la ditta Enimed della Eni corporation riprenda le perforazioni al pozzo Tresauro per rimettere in attività la conduttura che da Tresauro porta all’impianto Enimed di via Achille Grandi.