Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 855
RAGUSA - 02/02/2011
Attualità - Ragusa: Il Pd allestirà gazebo e postazioni in tutti i comuni

10 mila firme in provincia per mandare a casa Berlusconi

E’ l’obiettivo dichiarato del partito di Bersani che ha risposto alla chiamata del segretario nazionale

Dieci mila firme per mandare a casa Silvio Berlusconi. L’obiettivo è del Pd provinciale che ha lanciato ufficialmente la campagna «Berlusconi dimettiti» voluta dal segretario nazionale Pierluigi Bersani con l´obiettivo di raccogliere dieci milioni di firme in tutta Italia.

Nel capoluogo una postazione sarà allestita domenica 6 febbraio prossimo all´interno della Camera di Commercio dove si svolgeranno le primarie tra i candidati a sindaco Nino Barrera e Sergio Guastella. Anche a Marina di Ragusa sarà allestita una postazione.


«L´obiettivo – dice il segretario provinciale Salvatore Zago – è quello di raccogliere almeno dieci mila firme in tutta la provincia. Per questo tutti i circoli comunali si sono impegnati e mobilitati e in questi giorni allestiranno a tal scopo dei gazebo nelle piazze e idonee forme organizzative. Sono fiducioso nella risposta che gli elettori del Pd, e non solo, ma anche tanti altri, daranno per invitare il presidente del Consiglio a dimettersi. E ciò in considerazione non solo delle incredibili e sconcertanti vicende di queste ultime settimane ma, soprattutto, dell´acuta, grave e preoccupante crisi economica, con le pesanti ripercussioni sull´occupazione soprattutto nel meridione e nella nostra provincia che stanno mettendo a dura prova la serenità delle famiglie e la coesione sociale. La misura ormai è colma e le dimissioni sono l´unica strada da percorrere, per andare subito ad un governo di responsabilità nazionale".

Anche le donne sono state chiamate a dare la loro testimonianza rispondendo ad un appello lanciato da Concita De Gregorio, direttrice dell´Unità, con una campagna dal titolo "Dove siete donne? Diciamo: «Ora basta».