Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:08 - Lettori online 1181
RAGUSA - 27/01/2011
Attualità - Ragusa: è diventato un caso la presunta morte di nonna Luisa

Galizia: «Nonna non è morta ma è grave, basta scherzi!»

Il consigliere provinciale spiega l’equivoco e rigetta le accuse di avere lucrato a livello mediatico sulla vicenda familiare
Foto CorrierediRagusa.it

«Non scherziamo sulla morte di nessuno, mia nonna è grave e io non ho speculato sulla vicenda a livello mediatico». Subissato da decine di telefonate, Silvio Galizia (foto) manifesta tutto il suo disappunto per l’accaduto. E racconta la verità dei fatti perché nessuno possa strumentalizzare un fatto personale e familiare, sia a livello politico che mediatico.

«Martedì ero alla Provincia- riferisce il consigliere Silvio Galizia- quando ho ricevuto una telefonata di mia madre che mi comunicava la morte della nonna. Ho annunciato ai colleghi che non sarei rimasto ai lavori consiliari per tale motivo e sono andato via.

«Da quel momento sono cominciate ad arrivare telefonate di condoglianze, alle quali ho riposto per ringraziare. Quando sono giunto in ospedale la nonna stava esalando l’ultimo respiro, c’era l’ambulanza, il prete, tutto pronto per il rito funebre. In serata, invece, ha aperto gli occhi, ha superato la notte, s’è ripresa ed ha bevuto il latte».

Spontaneo chiedere al consigliere perché non ha chiamato i colleghi consiglieri per informarli dell’accaduto? «Perché con tutto quello che avevo in testa l’ho dimenticato; non ho pensato che avessero deciso di fare anche il minuto di raccoglimento. Tutto qui, nessuna arte della comunicazione da parte mia. La nonna s’è ripresa, ma le sue condizioni sono gravissime, e pertanto non mi pare il caso che si possa continuare a scherzare su questo episodio che mi addolora e mi reca fastidio».