Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 592
RAGUSA - 23/01/2011
Attualità - Ragusa: il deputato vittoriese e il parlamentare ispicese a tutto campo contro la sanità iblea

Incardona e Leontini bocciano sanità: "Bilancio fallimentare"

Il deputato ha parlato anche del caso Civello, meravigliandosi del fatto che la direzione generale non sapesse nulla di quanto accadeva. «L’immobilismo rischia di fare perdere milioni di euro già finanziati»
Foto CorrierediRagusa.it

Un colpo da Carmelo Incardona (nella foto con Innocenzo Leontini), che denuncia carenza di organico e mezzi, e un altro da Innocenzo Leontini. Nel mezzo c’è l’Asp di Ragusa, già ferita per il caso Civello, che di per sé ha fatto sprofondare l’immagine sanitaria ragusana sotto il livello di guardia. Innocenzo Leontini ha accusato la direzione generale dell’azienda sanitaria a 360 gradi. E ha parlato anche del prof. Ignazio Civello, che se non ricordiamo male venne a Ragusa anche con il contributo positivo di Leontini quando il direttore generale dell’Azienda ospedaliera era il dott. Calogero Termini. Purtroppo, non tutte le ciambelle riescono col buco.

Possibile che la direzione dell’Asp – s’è chiesto Leontini- non sapesse cosa accadeva in Chirurgia generale al Civile? E dire, sottolinea il parlamentare ispicese, che a Scicli è stato licenziato un medico per colpe minori rispetto alle accuse che vengono mosse a Civello. Sono le sue osservazioni, dall´altro lato, le indagini in corso stanno cercando di accertare anche eventuali omissioni ai vari livelli.

Più che Civello, la «filippica» di Leontini è rivolta a Ettore Gilotta. Per due motivi: perché Gilotta ha defenestrato Fulvio Manno; perché Gilotta è stato nominato dal governo Lombardo-Russo, due uomini che per Leontini rappresentano il diavolo. E insieme a Gilotta, Leontini non risparmia neanche i vertici sanitari e amministrativi: Pasquale Granata e Maria Sigona.

Ridotte alla massima sintesi, le accuse di Leontini evidenziano «il salto all’indietro fatto dalla sanità iblea da quando la riforma ha cancellato le Asl e ha istitutio le Asp. Quanto danno possono fare due semplici consonanti? Incredibile!

Leontini inizia attaccando: «Dopo un anno e mezzo di conduzione da parte dell´attuale dirigenza – afferma – si può tracciare un primo bilancio, che è fallimentare». A Gilotta ricorda che «Ragusa non è mai stata interessata dalla cattiva conduzione e le precedenti due aziende (Ausl e Ospedaliera) sono state indicate come modello e virtù organizzative».

Leontini definisce «fallimentare» la gestione Gilotta. Nella programmazione, nell´azione e nella reazione». Nonostante i finanziamenti sostanziosi, ribadisce Leontini, quasi un milione e mezzo, per il bunker e la radioterapia all’Arezzo»; più di 3 milioni la ristrutturazione per l’adeguamento e le sale operatori e del pronto soccorso del «Maggiore» di Modica; più di 2 milioni per l’ospedale di Vittoria, non sono ancora pronti i progetti esecutivi col rischio di vedere sfumare tutto. Per invertire la rotta, Leontini chiama a raccolta i sindaci della provincia perché si diano da fare incalzando la direzione generale dell’Asp 7.