Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 707
RAGUSA - 27/12/2007
Attualità - Ragusa - Il piccolo è ricoverato la Maria Paternò Arezzo e sta bene

Salvatore, questa è la vita.
Neonato abbandonato
dalla madre romena

Gara di solidarietà per l’affidamento. deciderà il giudice Foto Corrierediragusa.it

Salvatore, questa è la vita. Chi non ricorda questo film del 2006 sulle drammatiche vicende di un giovanissimo orfano siciliano, che campa sgobbando notte e giorno per sfamare la sorellina a l’anziana. Ma il Salvatore che ha commosso l’intera provincia iblea alla vita si è appena affacciato, partorito sei giorni fa dalla madre romena che lo ha abbandonato poche ore dopo. E’ la legge a consentirglielo.

Il piccolo, che sta bene, pesa tre chili e mezzo e si trova ricoverato nel reparto di neonatologia del «Maria Paternò Arezzo», dove l’intero staff medico e infermieristico si sta occupando di lui, nato appena tre giorni prima del bambinello nella grotta. Da qui la scelta di chiamare il neonato Salvatore. Per lui, venuto al mondo nel periodo dell’anno in cui tutti ci si sente più buoni, è scattata un’autentica gara di solidarietà.

In ospedale sono giunte innumerevoli richieste d’affidamento, per donare amore a un neonato lasciato dalla madre che, aldilà della discutibilità della scelta, avrà pur avuto i suoi buoni motivi per compierla, come previsto dalla legge. Ma aldilà del buon cuore dei ragusani, sarà il giudice del tribunale dei minori a decidere sui tempi e sulle modalità per l’adozione di Salvatore che, anche nei prossimi giorni, sarà accudito dallo staff del reparto di neonatologia del «Paternò Arezzo», l’unica sua vera famiglia, almeno per ora.