Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 797
RAGUSA - 16/01/2011
Attualità - Ragusa: si concretizzano i provvedimenti d’urgenza dell’Asp 7

Il prof. Vincenzo Minutolo sostituisce il primario Civello in Chirugia al "Civile"

Il chirurgo ha dato la disponibilità dopo le autorizzazioni del direttore del Policlinico e del Preside della Facoltà di Medicina di Catania. E’ stato per diversi anni primario della Chirurgia all’ospedale "Guzzardi" di Vittoria Foto Corrierediragusa.it

Entrerà in servizio la prossima settimana il nuovo primario di Chirurgia generale del Civile di Ragusa, il professore Vincenzo Minatolo (nella foto). Prenderà il posto del chirurgo Ignazio Massimo Civello.

La grave situazione creatasi con la vicenda del prof. Civello, il disagio e i disservizi che ciò poteva determinare, soprattutto a carico degli utenti e dei degenti, richiedevano un intervento correttivo della massima urgenza. E’ quanto stato fatto, in tempi rapidi, con l’individuazione del sostituto alla direzione della chirurgia ragusana: si tratta, come accennato, del prof. Vincenzo Minutolo, Ordinario, con idoneità nazionale a Primario di Chirurgia Generale dal 1983. Minutolo è l´attuale responsabile del Programma Infradipartimentale di Chirurgia Laparoscopica presso il Policlinico «G. Rodolico» dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico Vittorio Emanuele di Catania.

Il prof. Minutolo ha dato la disponibilità dopo le autorizzazioni del direttore del Policlinico e del Preside della Facoltà di Medicina di Catania. Manca solo il parere positivo del Rettore Recca, che certamente non tarderà ad arrivare. Nel corso della prossima settimana si darà corso agli adempimenti amministrativi per l’insediamento formale del professionista.

Il proessor Minutolo conosce bene la realtà iblea, per essere stato per diversi anni a capo della Chirurgia all’ospedale di Vittoria, dove ha lasciato un ottimo ricordo nella comunità ipparina, e ciò segna un ulteriore punto a garanzia della scelta che non poteva essere più idonea.