Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:41 - Lettori online 929
RAGUSA - 08/01/2011
Attualità - Ragusa: ottimo intervento chirurgico maxillo facciale alla Clinica del Mediterraneo

Migliora il giovane con la mandibola ricostruita

La notte di San Silvestro il giovane era rimasto vittima di un incidente autonomo. Dal Civile alla Clinica privata dove l’équipe del dott. Toro gli ha ricostruito la mandibola attraverso l’inserimento di placche al titanio
Foto CorrierediRagusa.it

Il delicato intervento chirurgico effettuato presso la Clinica del Mediterraneo (nella foto), direttore sanitario dottore Salvatore Pacini, sul giovane rimasto ferito in un incidente stradale la notte si San Silvestro, è riuscito benissimo. Il giovane rimasto vittima di un incidente autonomo sulla Santa Croce Camerina - Comiso migliora sensibilmente grazie all’intervento chirurgico alla mandibola effettuato presso l’Unità operativa di Chirurgia Maxillo Facciale diretta al dottore Corrado Toro proveniente dall’Università di Udine.

L´automobilista era stato sbalzato fuori dall´auto e soccorso, dopo ore e rischiando l´assideramento, da alcuni passanti. Era stato ricoverato in terapia intensiva all´ospedale Civile di Ragusa. Giorno 7 gennaio è stato trasferito alla Clinica del Mediterraneo dove i sanitari lo hanno sottoposto ad un intervento di ricostruzione della continuità mandibola. L´Unità Operativa di Chirurgia Maxillo-Facciale, che è stata attivata lo scorso settembre con decreto regionale dell´Assessorato alla Sanità, unica struttura specialistica nella Sicilia sud orientale.

L´equipe chirurgica del dottore Toro ha provveduto alla riparazione chirurgica della mandibola attraverso l´inserimento di placche di titanio. Il giovane, dopo il grave incidente stradale, non aveva avuto più la possibilità di alimentarsi a causa delle ferite e fratture riportate al volto e alla mandibola che era stata compromessa. L´intervento di ieri ha permesso la ricostruzione con procedure specialistiche.

«Se non si fosse intervenuto entro questi giorni, il giovane avrebbe avuto una compromissione permanente della fisiognomica del volto e soprattutto della funzionalità della mandibola – spiega il dottore Toro – L´intervento è andato bene, il paziente ha immediatamente ricominciato ad alimentarsi e sarà dimesso tra pochi giorni. Le sue condizioni sono in miglioramento. E´ necessario ringraziare il responsabile della terapia intensiva dell´ospedale Civile, dottore Rabbito, che ha stabilizzato il paziente, coordinato le cure e che ha trasferito il ragazzo nei tempi ottimali per permetterci di operare».