Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 418
RAGUSA - 01/01/2011
Attualità - Ragusa: il 2010 passerà alla storia come quello della cassa integrazione

Cgil: "Completare le infrastrutture"

Ci sono 600 precari che non conoscono il loro futuro e restano in bilico Foto Corrierediragusa.it

La Cgil mette in agenda il completamento delle infrastrutture e la questione lavoro. Il sindacato spera che ci siano «meno drammi e più confronto sulle caose da fare» , come ha detto il segretario provinciale Giovanni Avola (nella foto). Il 2010 passerà alla storia come quello della cassa integrazione che ha toccato il massimo punto, con numerosi licenziamenti, un anno pesante per la scuola e per i precari della Asp. Ci sono 600 precari, ha ricordato Avola, che non conoscono il loro futuro e restano in bilico.

Poi, le altre questioni. «Sul Piano paesaggistico – ha spiegato Avola – ci siamo scommessi tutti. Abbiamo elaborato per primi una serie di proposte che tenessero conto del paesaggio e dell´economia». C´è solo un aspetto ancora irrisolto, ed è quello che riguarda Tresauro, dove i lavori restano fermi: «La questione rimane aperta perché la Soprintendenza non è in grado di dare risposte. Noi riteniamo che lì si debba tornare a lavorare».

Dopo aver ricordato la manifestazione di tutto il comparto edile ,una data storica» per Giovanni Avola il segretario ha battuto il tasto delle infrastrutture «Abbiamo sempre detto che sono centrali. Sull´autostrada non c´è nessuno che dice qualcosa sui lotti da Rosolini a Ragusa». Poi c´è la questione aeroporto: «Se, come pare, ci sono tutte le autorizzazioni – si chiede – la Soaco cosa farà? È pensabile che non si dica nulla?». Quindi, chiede che faccia conoscere tempi e modi per l´avvio della struttura.