Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:02 - Lettori online 1094
RAGUSA - 27/12/2010
Attualità - Ragusa: la polemica scoppiata con Idv sulla destinazione d’uso dell’edificio

Centro giovanile, Ilardo: "Non sarà ospitato a palazzo Ina"

"La possibilità di avere un hotel a cinque stelle difronte alla Cattedrale rappresenta un’occasione unica per aggiungere valore al quartiere"

«Siamo sempre più convinti che il processo di riqualificazione di Palazzo Ina non possa essere arrestato. Piazza San Giovanni, via Roma e via Coffa sono il salotto della città e la possibilità di avere un hotel a cinque stelle difronte alla Cattedrale rappresenta un´occasione unica per aggiungere valore al quartiere». E´ la posizione del capogruppo Pdl al Consiglio Comunale di Ragusa, Fabrizio Ilardo, in merito alla polemica scoppiata con i referenti dell´Italia dei Valori in merito alla destinazione di Palazzo Ina, oggi sede di uffici comunali e che secondo i progetti dell´Amministrazione Dipasquale diventerà un albergo di lusso.

«La proposta portata avanti da Idv di convertire l´edificio in un centro polifunzionale destinato soprattutto alla fruizione dei giovani cittadini – spiega Ilardo – è inaccettabile rispetto al lavoro che stiamo portando avanti. Il rischio, più che concreto, è che con una struttura simile non si qualifica un luogo dandogli valore, ma lo si squalifichi. Temiamo che possa diventare non un punto di incontro per i giovani, ma un posto dove fare baldoria. Non possiamo consentire che questo accada. Come Amministrazione, tuttavia, abbiamo recepito le istanze di numerose associazioni e ammettiamo che Ragusa abbia effettivo bisogno di un centro dedicato all´attività associazionistica giovanile.

Approfittando del fatto che il Comune è rientrato nella disponibilità dell´immobile di Piazza Carmine, che per anni è stato sede dell´Istituto Professionale (quindi con gestione provinciale), si è pensato di riconvertire la struttura in centro polifunzionale, anche se in un primo momento ne era prevista la demolizione per creare un posteggio. Secondo le valutazioni effettuate, anche prendendo visione delle planimetrie, il palazzo comunale di piazza Carmine si presterebbe allo scopo in modo efficiente, potendo contare, inoltre, su spazi più grandi, un cortile interno e due palestre. La proposta di modifica della destinazione è già passata in Consiglio Comunale durante i lavori di approvazione del Piano Particolareggiato del Centro Storico e quindi procederemo in questa direzione».

«Se la lamentela, condivisibile, è quella dell´assenza di una struttura adeguata allo svolgimento di attività per i giovani – conclude Ilardo – l´Amministrazione Dipasquale si sta occupando anche di questo, prevedendone la realizzazione in pieno centro storico. Qualsiasi altra polemica sull´argomento, a questo punto, ci appare sterile e pretestuosa».