Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 550
RAGUSA - 24/12/2010
Attualità - Ragusa: le festività inducono a riflettere e pensare anche al futuro

"Buone Feste" a tutti, ma il morale dei siciliani è a pezzi

Lavoro, precariato, disoccupazione, le grandi emergenze siciliane

Sarà un Natale mite con qualche folata di vento in più del solito e temperature accettabili. Almeno in questo la Sicilia può vantare qualche punto in più rispetto al resto d’Italia perché su molti altri fronti c’è poco da star tranquilli. Lavoro, sicurezza, pulizia delle città, sono i grandi problemi con i quali bisogna confrontarsi e, pur se saranno dimenticati in questi giorni di festa, restano lì come macigni per tante famiglie ed intere comunità.

C’è solo da augurarsi che l’anno nuovo porti qualche spiraglio di luce ma niente al momento lascia indurre a pensare ad una svolta. Anche la provincia di Ragusa soffre, ma per Natale e Capodanno cerca di offrire il meglio di sé. Ci sono presepi viventi a Ragusa Ibla, Ispica, Scicli, Vittoria e Monterosso, concerti, eventi artistici e culturali quasi a volere rimuovere le emergenze o forse per dimostrare che dalla cultura può venire una svolta.

Tutti i comuni, pur nelle dichiarate emergenze finanziarie, fanno a gara per accogliere ed allietare visitatori e turisti che tuttavia mancano. I numeri ufficiali non lo dicono ancora, ma in provincia, come in tutta la Sicilia, le presenze sono in picchiata. Manca soprattutto il segmento medio alto ed anche in questo settore si soffre soprattutto da parte di chi ha investito in prospettiva futura.

Tutti sperano che sia un Natale sereno, senza incidenti, senza cronaca nera, senza tragedie e drammi familiari. Le forze dell’ordine sono mobilitate, sulle strade i giovani in particolar modo saranno tenuti sotto controllo ad uscita di bar, discoteche e locali notturni. Nella speranza che il Natale sia un momento di riflessione, di comunione civile, oltre che religiosa, che ci faccia ripartire più sereni e con maggiori certezze.

Da tutti noi del Corrierediragusa.it questo è l’augurio che ci sentiamo di fare ai nostri lettori.