Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:31 - Lettori online 1341
RAGUSA - 09/12/2010
Attualità - Ragusa: la festa dicembrina insolito antipasto della bella stagione

L´Immacolata con 27 gradi, è tornata l´estate!

Passeggiando lungo corso Umberto I a Modica si ha avuta la netta sensazione di vivere una tipica giornata estiva

Ventisette gradi al sole. Passeggiando lungo corso Umberto I a Modica si ha avuta la netta sensazione di vivere una tipica giornata estiva. La festa dell’Immacolata insolito antipasto della bella stagione. Frotte di gente hanno passeggiato pigramente per gustarsi l’ultima giornata di Chocobarocco, tra trenini per i più piccoli e improvvisate attrazioni di artisti di strada. Ma è stato lo spettacolo della fanfara dei Bersaglieri a lasciare a bocca aperta grandi e piccini, in un tripudio di musica e colori.

I vigili del fuoco hanno deposto la corona d’alloro ai piedi della statua della Madonna di piazza Corrado Rizzone, affettuosamente chiamata «Madonnina» dai modicani. Temperature estive anche nel resto della provincia e in tutta la Sicilia. I più temerari, messo da parte il maglione, hanno indossato il costume, come a Palermo dove in molti si sono riversati sulla spiaggia di Mondello per una tintarella "last minute". Altri hanno scelto di fare una puntata in centro per lo shopping natalizio.

A Catania l´appuntamento classico con il bagno d´inverno e la spiaggetta di San Giovanni Li Cuti, borgo marinaro con scogli e sabbia di cenere lavica. La maggior parte dei bagnanti ha preso il sole in costume, qualcuno ha sfidatp la bassa temperatura dell´acqua e ha fatto il bagno. Le stesse scene si sono viste anche in altre spiagge della zona jonica da Taormina a Siracusa.

Tuttavia questo ponte resta sufficientemente "freddo" per gli operatori turistici: "Purtroppo è un ponte di magra, in linea con quello del 2009, non ci aspettavamo nulla e nulla è stato", dice il presidente di Federalberghi Palermo Nicola Farruggio. "Le strutture sono occupate in questo periodo per circa il 40%, di cui il 30% italiani e il 10% stranieri. Palermo manca di promozione culturale ed è questo il motivo per cui soffriamo. Perché i turisti dovrebbero sceglierci?".